FVG: le risorse economiche per l’occupazione non bastano

Ass lavoro FVG Panariti

FVG: le risorse economiche per l’occupazione non bastano

Il Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 si avvia alla sua conclusione e per quest’anno il denaro a disposizione non è stato sufficiente a coprire il fabbisogno

Uno strumento importante per l’attuazione delle politiche per l’occupazione che ha però bisogno di essere rimodulato per permettere di utilizzare ulteriori risorse.

Siamo all’ultima fase di programmazione del FSE e in fase di avvio di quella relativa al periodo 2014/2020. L’assessora al lavoro del Friuli Venezia Giulia, Loredana Panariti, il 1° giugno ha presentato una relazione alla Giunta regionale spiegando che “il Programma operativo del Fondo sociale europeo 2007/2013 si è dimostrato un rilevante strumento per l’attuazione delle politiche per l’occupazione e per il rafforzamento delle competenze delle risorse umane. I buoni livelli di attuazione, però, non hanno consentito una
programmazione 2013 in linea con gli anni precedenti. Stiamo valutando la possibilità di utilizzare ulteriori risorse nell’ambito di una rimodulazione del Fondo europeo per lo Sviluppo sociale”.

E proprio a seguito della richiesta da parte dell’assessorato al lavoro la giunta ha deciso di assegnare ulteriori risorse al POR (Piano Operativo Regionale) del Fondo Sociale Europeo per la realizzazione di misure che vanno nella direzione di un rapporto sempre più stretto tra formazione, istruzione e lavoro e mirano a
potenziare i servizi a favore di chi è in cerca di occupazione sui territori.

“Le direzioni regionali interessate” ha detto l’assessora Panariti “stanno avviando i lavori di programmazione  per il 2014-2020 in modo da individuare le linee strategiche del prossimo programma operativo in relazione all’occupazione e l’apprendimento permanente, alla lotta alla povertà ed all’inclusione sociale”.

Condividi