PMI Laziali, Fondo di patrimonializzazione

regione lazio

Bando per le PMI Laziali: Fondo di patrimonializzazione

Pubblicato sul BURL del 4 giugno, il bando è già operativo e possono essere presentate le domande per via telematica. Si tratta dell’erogazione di prestiti a tasso agevolato sugli aumenti di capitale da parte dei soci delle PMI laziali

L’avviso pubblico “Fondo di patromonializzazione PMI” è stato emanato in attuazione del POR FESR 2007-2013 Asse I “Ricerca, Innovazione e Rafforzamento della base produttiva”. La dotazione finanziaria è di 15 milioni di euro.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di “promuovere il rafforzamento patrimoniale delle imprese mediante l’erogazione di prestiti a tasso agevolato contestualmente a un aumento del capitale sociale con conferimento in denaro da parte dei soci”.

Si parte con 15 milioni di euro ma potranno esserci aumenti derivanti da risparmi del precedente bando. I fondi verranno erogati fino a esaurimento delle risorse, ma saranno accolte domande fino a copertura di un ulteriore 50% dello stanziamento complessivo come riserva in caso di rinuncia, inammissibilità o revoca delle domande precedentemente collocate.

Possono beneficiare del Fondo le micro, le piccole e le medie imprese industriali, artigianali, commerciali e di servizi costituite in forma di società di capitali – o che si trasformino in società di capitali in occasione di questo intervento – con sede legale e operativa nel Lazio.
Il finanziamento è concedibile per un importo minimo di 50.000 euro e a fronte di una delibera di aumento di capitale sociale di importo minimo pari a 75.000 euro. Il finanziamento massimo concedibile è pari a 400.000 euro, al quale deve corrispondere un aumento minimo di capitale sociale pari a 600.000 euro.

Il finanziamento prevede un piano di rimborso in 5 anni più un periodo di preammortamento di 12 mesi, decorrenti dalla data di erogazione del finanziamento oltre un eventuale periodo tecnico di allineamento alla scadenza del trimestre solare.

L’agevolazione è concessa sotto forma di finanziamento a tasso agevolato. Il finanziamento si articola in due componenti di pari importo e di pari durata:

  • – una componente a tasso agevolato (“Quota Agevolata”);
  • – una componente a tasso ordinario (“Quota Ordinaria”), con eventuale copertura di garanzia rilasciata, anche a valere su fondi pubblici, da un soggetto autorizzato dalla Banca d’Italia.

Di seguito riportiamo l’elenco delle banche convenzionate:

  • – Banca Di Credito Cooperativo Di Roma
  • – Unipol Banca
  • – Banca Nazionale Del Lavoro
  • – Unicredit
  • – Banca Popolare Del Frusinate

Qui sotto invece i soggetti garanti convenzionati:

  • – Banca Impresa Lazio
  • – Fidimpresa Lazio
  • – Coopfidi

Per accedere ai fondi la trafila è complessa: occorre prima compilare un formulario e poi presentare domanda per via telematica da incentivi.agenziasviluppolazio.it/bandoslpatrimonializzazione/. Una volta inviato il formulario on-line, si ottiene un numero cronologico di protocollo. Per il perfezionamento della richiesta occorre compilare il Modulo di domanda, scaricabile dal sito sopra citato; tale modulo, sottoscritto in originale dal Legale Rappresentante dell’impresa, dovrà essere spedito a Sviluppo Lazio tramite raccomandata A/R entro 10 giorni dall’inoltro del formulario on line. Attenzione: il mancato inoltro del Modulo di domanda entro i suddetti termini comporta automaticamente l’inammissibilità della stessa

Per informazioni e quesiti sull’Avviso pubblico si può inviare un’e-mail a:
patrimonializzazionepmi@agenziasviluppolazio.it. C’è anche un numero verde InformaPOR: 800.914625.

Alleghiamo il bando.

Allegati

pdf Bando-fondo-patrimonializzazione-PMI.PDF

Condividi