Al via “Una notte al museo”

Ninfeo Villa Giulia

Al via “Una notte al museo”

Un’inaugurazione con un evento di punta, al quale parteciperà lo stesso Ministro ai Beni e alle attività culturali e al turismo, Massimo Bray, dedicato al mondo femminile. A Roma al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia verrà presentato “Trame di donne, d’opera, d’arte”

In occasione dell’inaugurazione della manifestazione nazionale “Una notte al Museo”, per la quale da sabato 27 luglio fino a fine anno l’ultimo sabato del mese 38 luoghi prestigiosi della cultura in tutta Italia saranno aperti fino alle 24, ci sarà un evento speciale tutto al femminile.

All’aperto, di fronte al Ninfeo di Villa Giulia, nel famoso giardino di Villa Giulia all’interno del Museo Nazionale Etrusco, si terrà il recital lirico con il soprano Nunzia Durante accompagnata dal M° Fabio Montani al pianoforte e con il concerto del quartetto d’archi Poema, composto da: I violino Elvin Dhimitri, II violino: Roberta Mammucari, viola: Ilia Kanani, violoncello: Valentino Maria Ferraro. Realizzerà l’evento l’associazione culturale senza scopo di lucro Irideventi, che ha scelto con il soprano i brani da interpretare, con un filo conduttore: il sacrificio delle donne, che per amore subiscono forti violenze psicologiche. Come hanno raccontato questi sacrifici d’amore i grandi autori d’opera del passato? Un tema tanto d’attualità che si rivela un tema antico, svelato con passione dai più grandi compositori italiani.

Una scelta oculata, di alto spessore culturale, con protagoniste le donne decantate dai grandi musicisti classici sotto un aspetto particolare, sociale e di attualità, che vale la pena di scoprire in un ambiente tanto particolare, di sicuro effetto emotivo.
L’effetto sarà ancor più coinvolgente, dal momento che i brani chiamati in causa, compresi quelli selezionati dal quartetto d’archi, saranno misti. Basta vedere il programma:

1^ parte – per pianoforte e voce (Soprano: Nunzia Durante;  Pianista: M° Fabio Montani)

  • –          Mimì donde lieta uscì (dalla Bohème di Puccini)
  • –          In quelle trine morbide (dalla Manon Lescaut di Puccini)
  • –          Addio del passato (dalla Traviata di Verdi)
  • –          Liù (dalla Turandot di Puccini)
  • –          Tu che di gel sei cinta (dalla Turandot di Puccini)
  • –          Vissi d’arte (dalla Tosca di Puccini)

2^ parte – per quartetto d’archi Poema (I Violino: Elvin Dhimitri; II Violino: Roberta Mammucari; Viola: Ilia Kanani; Violoncello: Valentino Maria Ferraro)
“Eine kleine Nachtmusik” Serenata in Sol maggiore K 525 (di W.A. Mozart)
Allegro;  Romanza; Minuetto; Rondò
Schindler’s List (di John Williams)
Oblivion (di A. Piazzolla)
Libertango (di A. Piazzolla)

NunziaDurante3^ parte – per pianoforte e voce (Soprano: Nunzia Durante; Pianista: M° Fabio Montani)

  • –          Non ti scordar di me (di E. De Curtis)
  • –          O marinariello (di S. Gambardella)
  • –          I’ te vurria basa’ (di E. Di Capua)
  • –          ‘A vucchella (di P. Tosti – testo di G. D’Annunzio)
  • –          Malia (di P. Tosti)

Il soprano, il professore d’orchestra e ogni musicista che si esibirà rappresenta un “nome” nel panorama musicale italiano ed estero, e la loro grande esperienza garantisce un evento di alto livello esecutivo. 

L’evento, al quale parteciperà anche il Ministro, sarà aperto al pubblico pagante del museo, ovvero con il semplice acquisto del biglietto per visitare questo splendido museo, si potrà assistere anche – gratuitamente – a tale emozionante esibizione. “Trame di donne, d’opera e d’arte” verrà realizzato, come il resto degli eventi che si svilupperanno nell’arco dell’anno per la manifestazione “Una notte al Museo”, allo scopo di promuovere la creatività italiana in alcuni luoghi statali della cultura selezionati tra i più significativi attraendo così un numero più alto di visitatori con altre forme d’arte che si uniscono creando un magico tutt’uno a quelle dei siti in cui vengono offerte. Alleghiamo all’articolo l’elenco dei luoghi aperti al pubblico di notte (dalle 20,00 alle 24,00) in occasione di questa manifestazione che è stata fortemente voluta proprio dal Ministro Bray il quale ha dichiarato:

Ministro Bray“Ho lavorato molto per questo progetto che avvicina i nostri musei agli standard europei e intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’importanza di questi luoghi, quali riferimenti essenziali per la promozione dei territori e dunque significativi veicoli di sviluppo economico. I cittadini e i turisti avranno la possibilità, fuori dai consueti orari di visita, di ammirare il patrimonio culturale dell’Italia”.

Qualche informazione di servizio

Nel caso del Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, il costo d’ingresso è di 8 euro (il recital e il concerto sono gratuiti) ma ci sono numerose agevolazioni, infatti sono moltissimi i cittadini che hanno diritto ad entrare gratuitamente o con lo sconto del 50%. Vediamo quali secondo il seguente prospetto illustrativo delle forme di agevolazione:
L’ingresso nei musei, monumenti, gallerie ed aree archeologiche dello Stato è gratuito per tutti i cittadini appartenenti all’Unione Europea, di età inferiore a 18 anni e superiore a 65 anni. Inoltre, l’ingresso è gratuito in Archivi e Biblioteche statali per tutti i cittadini (senza distinzione di età).

Ingresso Gratuito
direttamente presso le biglietterie delle sedi espositive, tramite esibizione di un documento attestante una delle seguenti condizioni:

  • – ai cittadini dell’Unione Europea, sotto i 18 ed oltre i 65 anni;
  • – ai cittadini dell ‘Unione europea portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria (Decreto Ministeriale n. 239 del 20 aprile 2006);
  • – ai cittadini di Paesi non comunitari a “condizione di reciprocità” (i minori di 12 anni devono essere accompagnati);
  • – alle guide turistiche dell’Unione europea nell’esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
  • – agli interpreti turistici dell’Unione europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
  • al personale del Ministero;
  • – ai membri dell’I.C.O.M. (International Council of Museums);
  • – a gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell’Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal capo dell’istituto;
  • – agli allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
  • – ai docenti ed agli studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell’Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l’anno accademico in corso;
  • – ai docenti ed agli studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell’Unione Europea. L’ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l’anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento;
  • – ai docenti di storia dell’arte di istituti liceali, mediante esibizione di idoneo documento;
  • – ai giornalisti in regola con il pagamento delle quote associative, mediante esibizione di idoneo documento comprovante l’attività professionale svolta;
  • – per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonchè da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze i Capi degli Istituti possono consentire l’ingresso gratuito nelle sedi espositive di propria competenza e per periodi determinati a coloro che ne facciano richiesta;
  • – Il biglietto è ridotto del 50% ai cittadini dell’Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni e ai docenti delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato. Le medesime agevolazioni si applicano ai cittadini di Paesi non comunitari “a condizione di reciprocità”.

Allegati

pdf Aperture-estive-Unanottealmuseo.PDF

Condividi