Entro agosto le prime imprese toscane rientreranno dei crediti con la PA

Entro agosto le prime imprese toscane rientreranno dei crediti con la PA

La Regione Toscana salderà i debiti della Pubblica Amministrazione con le imprese grazie alle risorse del Decreto n. 35 del Governo. 325 milioni di euro verranno pagati alle imprese entro il mese di agosto 2013

Verranno pagate per prime le aziende che vantano i crediti da più tempo. In particolare, verranno estinti i debiti degli enti del Servizio Sanitario Nazionale con 230,7 milioni di euro erogati dal Ministero del Tesoro e quelli diretti della Regione con 95,2 milioni di euro.

Il prossimo anno verrà erogata una seconda tranche per saldare gli altri debiti della PA.Di fatto il Governo farà un prestito alla Regione per permetterle di saldare tutti i debiti contratti. Si tratta di due anticipazioni di cassa che dovranno essere restituite nell’arco di 30 anni con un tasso agevolato inferiore al 4%.

Il Decreto prevede che tali anticipazioni di cassa vengano effettuate per tutte le regioni italiane ma quella toscana sarà una delle prime a saldare i debiti della PA in quanto ha già avviato una procedura straordinaria d’urgenza per poterlo fare.

Come ha dichiarato l’assessore al bilancio Vittorio Bugli, infatti, “le imprese sono in attesa di questi pagamenti e non vogliamo farle aspettare ulteriormente: immettere 325 milioni in circolo aiuterà l’economia e va fatto quanto prima, una cosa importante. Così abbiamo chiesto la convocazione d’urgenza di una seduta consiliare per approvare la proposta di legge e la variazione di bilancio propedeutica, tra l’altro, anche alla sottoscrizione del contratto per questo finanziamento. Ci sarà mercoledì prossimo e ringraziamo il Consiglio per la sollecitudine e la Prima Commissione per quanto sta già facendo”.

Come spiegano dalla Regione, ci sono dei tempi tecnici obbligati: dopo il via libera del Consiglio regionale occorrerà perfezionare le carte. La firma del contratto con il ministero del Tesoro è attesa entro metà agosto. Poi, in quindici giorni, potranno essere erogate tutte le risorse e pagate le imprese. I tempi di attesa quindi non saranno così lunghi. Spiega ancora l’assessore Bugli: “per la parte non sanitaria già ora pagavamo al più tardi a 90 giorni e facilmente, con questa immissioni di ulteriore liquidità, potremo scendere sotto i sessanta”.

Ricordiamo che al 31 dicembre 2012 i pagamenti scaduti certificati ammontavano a 157 milioni. Di questi ne sono stati riconosciuti dal Governo 95. Il 74% delle fatture è stato liquidato nel 2012 entro 60 giorni.

Per la parte sanitaria i debiti, sempre al 31 dicembre 2012, ammontavano a 700 milioni. Le Asl toscane nel 2012 hanno pagato imprese e fornitori con tempi che oscillavano, nel primo trimestre dell’anno scorso, tra 83 e 280 giorni. La media migliore dei pagamenti del 2011 è stata di 156 giorni che, dice Bugli, “possono sembrare tanti ma sono comunque molti meno rispetto ad altre realtà. Con i 230 milioni che ci saranno anticipati ora dal governo li ridurremo di un terzo. Con la tranche per il 2014, che sarà decisa a novembre, scenderemo ancora”.

Condividi