Energia: dal 2 settembre parte la borsa del gas

Energia: dal 2 settembre parte la borsa del gas

Con Decreto direttoriale del MISE (Ministero dello Sviluppo economico) dal prossimo 2 settembre prenderà l’avvio il mercato a termine fisico del gas naturale, con gestione affidata al GME (Gestore dei Mercati Energetici)

Si costituirà così un nuovo segmento di mercato dell’energia e, da quel momento, il Mercato del gas, come tutti gli altri mercati, garantirà nel tempo la formazione di un segnale di prezzo trasparente che coprirà le aziende dalle oscillazioni dei prezzi stessi.

Le regole di funzionamento del nuovo Mercato, che offrirà vari vantaggi sia agli operatori del settore che alle aziende energivore, sono state disciplinate il 6 marzo con Decreto Ministeriale: alleghiamo il documento in fondo all’articolo.
Grazie al nuovo mercato saranno garantite forniture sicure definite in base alle necessità di ciascun operatore.
 
Il gas naturale è quello prodotto dalla decomposizione di materiale organico. Solitamente si trova in natura allo stato fossile (sia in giacimenti singoli sia accanto ai giacimenti di petrolio o carbone). Può però anche essere prodotto dai processi di decomposizione che avvengono ai nostri giorni (ad esempio nelle paludi – il cosiddetto gas di palude – o nelle discariche).
Il principale componente del gas naturale, quello a noi più noto e da noi più usato, è il metano. Ma il gas naturale è composto anche dall’etano, dal propano e dal butano, tutti gas utilizzati per l’energia. Infatti, la combustione di un solo metro cubo di gas naturale produce in media 10,6 kWh.

Con il DM di marzo pubblicato a marzo sulla Gazzetta Ufficiale n.74/2013, il Ministro Zanonato ha approvato lo sviluppo delle nuove regole per il mercato del gas naturale in accordo con l’art.30 della L. 99/2009. Si tratta di un corpo di norme che regolano sia il mercato del gas naturale sia quello del gas usato per l’illuminazione, proprio in vista della nascita di sinergie tra i vari mercati e le varie imprese che operano nel campo dell’energia. Tali regole seguono anche le proposte del GME, avanzate dopo un adeguato periodo di sperimentazione.
Con il successivo Decreto, del 9 agosto 2013, il MISE ha stabilito per il prossimo 2 settembre la data di avvio ufficiale del mercato del gas così regolamentato (come stabilito all’art. 1 del sopracitato DM di marzo 2013).
Tutte le aziende che hanno firmato la proposta di adesione al mercato avranno da quella data 15 giorni di tempo per recedere dal contratto. Tutte le aziende che operano nel settore del gas sono state inserite “d’ufficio” (ammesse automaticamente) al nuovo mercato.

Ricordiamo che l’elenco delle aziende che operano nel settore del gas naturale è pubblico ed è aggiornato ogni mese. Si tratta dell’elenco dei soggetti abilitati alla vendita al quale le aziende possono iscriversi facendo domanda ai sensi del D. Lgs 164/2000 modificato nel D. Lgs 93/2011.
La richiesta di inserimento nel suddetto elenco dei soggetti abilitati alla vendita di gas naturale a clienti finali, va inviata per e-mail a venditagas@mise.gov.it utilizzando il modulo presente sul sito del MISE (per ulteriori informazioni si possono contattare i responsabili: Giancamillo Ambrosini
tel. 06.47052384; Silvia Camporeale  tel. 06.47053375; Ines Monacelli tel. 06.47052230).

Essendo divisi in due mercati paralleli, quelli del gas MP e quelli del gas MT (uno usato per riscaldamento e illuminazione, uno usato come carburante), i partecipanti al mercato del gas naturale che intendano aumentare il proprio numero di utenti o differenziare le proprie attività tra i due mercati di gas paralleli devono presentare una apposita richiesta, nel primo caso  di integrazione abilitazione utenti nel secondo di abilitazione gestione utenti.

L’MT-Gas sarà un mercato di scambio dove i partecipanti potranno acquistare e vendere i contratti che coprono i volumi di gas (contratti che verranno registrati dal GME, essendo l’unico operatore qualificato a farlo, per conto degli stessi partecipanti). Il GME organizzerà gli ordini suddivisi per tipo di prodotto commerciabile: annuale (termico anno), ogni anno (anno solare), semestrale, trimestrale, mensile e BOM (Balance of Month – bilancio del mese).

Quasi contemporaneamente al nuovo decreto sul gas, il Ministro Zanonato, il 2 agosto 2013, aveva firmato il nuovo atto di indirizzo per l’Autority dell’energia elettrica e del gas (che alleghiamo all’articolo) allo scopo di rimodulare gli oneri del sistema elettrico e rendere la misura più incisiva e selettiva rispetto agli indirizzi precedenti (emanati ad aprile 2013). Questo nuovo atto ha permesso di rimodulare gli oneri a favore delle sole attività produttive catalogate dai codici ATECO del settore manifatturiero. Ciò in quanto tali attività sono maggiormente esposte alla concorrenza internazionale e ai consumi energetici.

pdf Regole mercato gas naturale.pdf

pdf MISE imprese energivore.pdf