Premio Gaetano Marzotto: quasi mille partecipanti

premio Marzotto

Premio Gaetano Marzotto: quasi mille partecipanti

La prima fase del concorso si è conclusa e sono scaduti i termini per inviare le proprie candidature e i propri progetti. Un’opportunità eccezionale per gli imprenditori di domani, che stanno per contendersi un montepremi di ben 800mila euro

I contendenti saranno resi noti il 12 settembre, quando a Villa Trissino Marzotto, verranno resi pubblici i nomi dei finalisti individuati dalla giuria. Poi, a novembre, a Vicenza, la cerimonia di premiazione.

Chiuso il bando del concorso che può contare su ben 921 progetti arrivati, come spiega Matteo Marzotto, presidente dell’Associazione Progetto Marzotto, istitutrice del premio: “un riconoscimento che ci riempie di soddisfazione, a chiusura di due mesi intensi di presentazioni del Premio nelle principali città Italiane, volte a sostenere e a sviluppare l’ecosistema dell’innovazione, con una formula vincente, che ha visto affiancare la mia testimonianza a quella di giovani startupper che hanno raccontato la loro esperienza al pubblico, in un confronto diretto con addetti ai lavori. Siamo passati da Venezia, Vicenza, Milano, Cagliari, Roma, Bari, Palermo, Catania, convinti che solo attraverso la messa in rete delle specificità di ciascun territorio e delle diverse competenze, possa avvenire una reale crescita imprenditoriale del nostro Paese”.

Concorda anche Cristiano Seganfreddo, il direttore generale della stessa associazione, promotrice dell’iniziativa: “una risposta oltre le aspettative che conferma come il Premio Gaetano Marzotto in soli tre anni sia diventato a tutti gli effetti il riconoscimento all’innovazione più significativo in Italia, grazie non solo a un considerevole investimento economico, ma anche alla costruzione di un network dell’innovazione, che vede tra i nostri partner i principali fondi d’investimento, business angel, advisor, venture capital, istituti universitari e di formazione manageriale, incubatori e acceleratori italiani. Tra i nostri obiettivi, c’è quello di accorciare le distanze tra nuovi imprenditori e piccola e media industria italiana, tra ricerca universitaria e mondo produttivo; con la nostra piattaforma stiamo lavorando per generare nuove interfacce e canali di comunicazione a sostegno”.

Spiegazione premio ai giovani - Premio Marzotto

 
Il premio, come abbiamo annunciato in un nostro precedente articolo informativo (vedi  qui) è rivolto a tutti coloro – singoli soggetti, team, imprese – che hanno una nuova idea imprenditoriale, in grado di generare ricaduta economica e impatto sociale positivo sul territorio italiano, con sede e base di sviluppo in Italia, ma capacità di crescita internazionale.

I concorrenti che si sono fatti avanti provengono soprattutto dal Veneto e dalla Lombardia, rispettivamente con 142 e 136 progetti inviati; a seguire, al terzo posto si afferma la regione Lazio con 98 proposte e, a pari merito, Puglia e Sicilia con oltre 60 start up ciascuna, a riscontro di un Sud attivo, in crescita, protagonista dello sviluppo economico del nostro Paese.
Vediamo nel dettaglio:
 
–   458 adesioni per il “Premio Impresa del Futuro”, che destina 250.000 euro e un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA al miglior progetto imprenditoriale capace di generare significative ricadute positive in ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali.
Riccardo Illy, Federico Marchetti, Gaetano Marzotto, Mario Moretti Polegato, Alessandro Profumo, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, i componenti della Giuria.
Moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa, arredamento e ambiente i settori di intervento preferibili di riferimento per il Made in Italy.
 
–   362 le adesioni per il “Premio per una nuova Impresa Sociale e Culturale”, che destina 100.000 euro e un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA al miglior progetto imprenditoriale capace di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali e culturali.
Emil Abirascid, Ilaria Capua, Luca De Biase, Mario Dal Co, Stefano Gallucci e Maurizio Sobrero, i componenti della Giuria.
Terzo settore, servizi culturali, sociali, alla persona, all’ambiente, i settori d’intervento.
 
–   101 le adesioni per il “Premio dall’Idea all’Impresa”, che consta in un periodo di residenza per dieci 10 start up selezionate all’interno degli incubatori d’impresa Boox, Fondazione Filarete, H-Farm, Incubatore I3P del Politecnico di Torino, LUISS ENLABS, M31, Seedlab, Talent Garden Padova, The HUB, Vega, con programmi seed dedicati, percorsi di formazione, tutoring e mentoring, per trasformare tali idee in impresa, a cui si aggiunge una giornata di confronto e affiancamento della Fondazione CUOA.
Riservati a giovani di età massima 35 anni, i dieci Premi, che non verranno corrisposti in denaro, hanno un valore complessivo equivalente a 300.000 euro.
 
Ricordiamo che a questi progetti attingerà anche la Commissione del Premio Speciale UniCredit – Talento delle Idee, nato quest’anno e che prevede per almeno una startup di ciascuna delle tre categorie premiate – Premio Impresa del Futuro, Premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale, Premio dall’Idea all’Impresa – l’inserimento in un programma dedicato UniCredit che prevede la partecipazione alla Startup Academy, un programma di mentorship, l’assegnazione di un relationship manager e di un tutor scelto tra i partner di UniCredit e dei possibili incontri one-to-one con investitori, partner e clienti. I settori di interesse sono vari e includono: ICT, digital e social, life science, nanotech, moda e design, cleantech, robotica, agrifood, turismo. Il Premio non verrà corrisposto in denaro.
 
Da una prima analisi, le idee arrivate, che dovranno rispondere a criteri di originalità, innovazione, fattibilità, sostenibilità e profitto, rientrano:
 
– per il Premio Impresa del Futuro, il 27% nel settore agroalimentare, il 21% in quello ambientale e il 15 % del turismo;
 
– per il Premio per una nuova Impresa Sociale e Culturale, il 51% sono progetti rivolti ai servizi alla persona, il 30% a servizi culturali;
 
– per il Premio dall’Idea all’Impresa, il 62% delle proposte rientra nel settore web-digitale-new media, il 15 % al settore industriale.
 
Dopo questa prima fase di recruiting faranno seguito:
 
–   entro il 31 luglio, la preselezione delle proposte, che andrà ad individuare i 40 progetti più mirati: 5 per il primo Concorso; 5 per il secondo; 30 per il terzo;
 
–   entro il 5 agosto, la comunicazione dell’esito della fase di preselezione;
 
– entro il 31 agosto, la presentazione della documentazione aggiuntiva, su chiamata;
 
–   12 settembre, i colloqui con i finalisti presso la Villa Trissino Marzotto;
 
–   a novembre, la cerimonia di Premiazione.
 
Ricordiamo infine che il Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa promossa dall’Associazione Progetto Marzotto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e gode dei Patrocini di:
Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico

Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale
CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa
CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane
Unioncamere 

 

Condividi