Concorso per gli studenti contro la violenza sulle donne

donnepubblico

Concorso per gli studenti contro la violenza sulle donne

Per contrastare questo fenomeno e diffondere la cultura della non violenza, il Consiglio regionale del Lazio ha pubblicato il bando della VI edizione del concorso “Mai più violenza: esci dal silenzio” rivolto agli studenti delle scuole medie superiori di secondo grado, statali e paritarie, nonché agli allievi dei percorsi triennali di istruzione e formazione del Lazio

Studentesse e studenti potranno partecipare con un breve componimento, con un elaborato artistico o con un elaborato multimediale da inviare entro il 25 ottobre. Per ciascuna categoria in palio ci sono 1.000 euro.

Con questa iniziativa il Consiglio regionale, tramite la Consulta femminile regionale per le Pari opportunità, “vuole stimolare un’analisi del fenomeno della violenza sulle donne in tutte le sue forme, nella ricerca di azioni tese a debellare il silenzio e la solitudine delle donne che subiscono violenza e ad indagare i fattori culturali e sociali in cui la violenza trova espressione, non tralasciando la valutazione della responsabilità collettiva che simili episodi chiamano in causa”.

Come da tempo denunciamo nei nostri articoli, è necessario portare all’attenzione della società questo tragico fenomeno che troppo è correlato al retroterra culturale della nostra nazione, in un modo così profondo che le stesse donne vittime di violenza da parte del proprio compagno o familiare non riescono a denunciarlo. Far uscire dal silenzio le donne vittime di violenza è uno degli obiettivi che la Consulta femminile si è prefissa lanciando questo bando di concorso, che alleghiamo all’articolo. Il concorso si rivolge agli studenti perché cambiare la mentalità, il fattore culturale che, in una sorta di “educazione familiare” trasmessa di generazione in generazione, vede la donna sottomessa al capofamiglia, e in quanto soggetto fisicamente più debole sempre soggetta a una velata minaccia – seppur inespressa – dovuta agli atteggiamenti maschili, è un compito difficile che deve essere instillato nelle giovani menti, per far comprendere loro quanto ci sia di sbagliato nella mancanza di parità di diritti tra uomini e donne e nella sopraffazione, fisica o psicologica che sia.

Oltre ad un premio di 1.000 euro per ciascuna delle tre categorie di concorso, che verrà erogato tramite gli istituti scolastici dove sono iscritti gli studenti risultati migliori classificati, le opere vincitrici beneficeranno di un’ampia diffusione. Infatti, in tutti i capoluoghi di provincia del Lazio verranno affissi i manifesti del miglior lavoro artistico mentre il miglior lavoro letterario sarà stampato e distribuito e il miglior contributo multimediale verrà inserito negli spot pubblicitari antiviolenza diffusi al fine di contribuire a sollecitare una riflessione consapevole sulla violenza.

La cerimonia di premiazione, nonché la pubblicazione e diffusione delle opere vincitrici, si terrà il prossimo 25 novembre in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Allegati

pdf Bando-Mai-Piu-Violenza-2013.PDF

Condividi