Bando per la formazione nella Blue e Green Economy

Formazione Equipaggi Navi

Bando per la formazione nella Blue e Green Economy

Scadrà il prossimo 21 ottobre il bando riguardante il settore nautico emesso dalla Regione Liguria che prevede il finanziamento di 8 milioni di euro per progetti di formazione nel campo dell’economia del mare e della green economy

Lo ha ricordato l’assessore Pippo Rossetti, assessore al bilancio e alla formazione, durante una tavola rotonda sull’economia del mare e delle strategie di sviluppo per la crescita e l’occupazione realizzata negli scorsi giorni al Salone Nautico.

Il bando rientra nell’ambito del piano per favorire l’occupazione di giovani disoccupati, inoccupati oppure persone in cassa integrazione o con forme di contratto non standard di età compresa tra i 17 e i 34 anni. 
Possono parteciparvi le imprese, gli enti di formazione, le parti datoriali e sindacali, le Università, gli enti di ricerca, anche le amministrazioni pubbliche. Tutti questi soggetti potranno presentare progetti nell’ambito della cantieristica, della nautica da diporto, dei porti, della logistica, della pesca, del turismo crocieristico, delle energie rinnovabili e delle produzioni biologiche.
I giovani destinatari del bando dovranno essere in possesso di almeno una qualifica triennale o di un diploma di scuola secondaria superiore o di una laurea.

bussola nautica anticaDegli 8 milioni di euro stanziati attraverso il fondo sociale europeo, 3 milioni saranno dedicati all’economia del mare e 5 ai progetti sulla green economy. Ciascun progetto selezionato potrà usufruire di un finanziamento minimo di 150mila euro e uno massimo di 800mila.
“Si tratta di progetti” ha spiegato l’assessore Rossetti “per qualificare nuove  figure legate all’economia del mare, sia di tipo portuale che della navigazione proprio per l’importanza che il settore marittimo riveste per la Liguria. Con la green economy speriamo di aumentare la capacità  di creare impresa nella manutenzione del verde e nella diffusione di una cultura sui consumi sostenibili in campo energetico. Nonostante sia uno degli ultimi bandi del FSE 2007-2013 la blue e green economy saranno ancora protagoniste dell’economia della Regione Liguria per favorire i giovani in cerca di lavoro e far crescere le competenze in due ambiti fondamentali per la nostra regione”.

Mentre l’assessore faceva queste dichiarazioni erano presenti anche Guido Torrielli di Confitarma Genova, Massimo Lavezzini, direttore del SEC, Rodolfo Magosso, responsabile risorse umane di Ignazio Messina Lines, Alberto Casali del VTE di Voltri e Fabio Stegani delle Riparazioni navali S. Giorgio.

Condividi