Wireless: finanziamenti per 15 milioni alle scuole

Ministra-Carrozza

Wireless: finanziamenti per 15 milioni alle scuole

Firmato dalla Ministra Maria Chiara Carrozza il Decreto che permetterà alle scuole di accedere al finanziamento per potenziare le connessioni wireless. In allegato il bando relativo. Le domande si potranno presentare solo online dal 6 al 16 dicembre 2013

Per garantire agli studenti l’accesso a internet previsto dal Decreto “L’istruzione riparte”, il MIUR finanzierà con 5 milioni di euro per il 2013 e 10 milioni di euro per il 2014 i progetti delle scuole in tal senso.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca prosegue dunque nell’attuazione del “pacchetto Scuola”. In particolare, su questo provvedimento, la Ministra Carrozza ha sottolineato che “la connessione internet delle aule delle nostre scuole rappresenta una tappa importante nel percorso verso una scuola digitale per offrire pari opportunità di accesso alla Rete agli studenti italiani. Sono contenta di aver creato questa opportunità di progresso nel decreto ‘L’Istruzione riparte’ insieme agli interventi sull’edilizia scolastica. Stiamo percorrendo passi avanti sulle infrastrutture delle nostre scuole”.
 
I fondi messi a disposizione serviranno per realizzare o ampliare infrastrutture di rete. L’obiettivo principale dello stanziamento è incrementare l’uso di contenuti digitali in aula da parte degli insegnanti e, soprattutto, degli studenti per innovare e rendere più interattiva la didattica.

Il finanziamento è diretto a tutte le scuole secondarie statali, con priorità di assegnazione dei fondi a quelle di II grado. Gli Istituti potranno mettersi in rete fra loro per ottenere risorse.

I progetti finanziabili sono quelli relativi

  • all’ampliamento dei punti di accesso alla rete WiFi
  • al potenziamento del cablaggio fisico
  • alla realizzazione o all’adeguamento dell’infrastruttura di rete (Lan/Wlan) di edificio o campus.

Ogni scuola o gruppo di scuole potrà presentare un solo progetto e il finanziamento sarà proporzionato al tipo di progetto stesso, come spiega nel dettaglio il bando che alleghiamo all’articolo.
Riportiamo inoltre di seguito il Decreto Ministeriale:

VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, recante Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;

VISTO il decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, della legge 6 agosto 2009, n. 133 recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria;

VISTO il decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, legge 7 agosto 2012, n. 135, recante Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario;

VISTO il decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, legge 17 dicembre 2012, n. 221, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese;

VISTO il decreto legge 12 settembre 2013, n. 104 recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca ed, in particolare, l’articolo 11 con il quale è stata autorizzata la spesa di euro 5 milioni nell’anno 2013 e di euro 10 milioni nell’anno 2014 per assicurare alle istituzioni scolastiche statali secondarie, prioritariamente di secondo grado, la realizzazione e la fruizione della connettività wireless per l’accesso degli studenti a materiali didattici e a contenuti digitali;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59 ed, in particolare, l’articolo 7;

CONSIDERATA, pertanto, la necessità di permettere ad un numero crescente di istituzioni scolastiche di acquisire dotazioni tecnologiche per la realizzazione di servizi di connettività wireless, al fine di consentire l’uso delle nuove tecnologie e dei contenuti digitali nella didattica in classe;

DECRETA

Articolo 1
Destinatari

1. Possono candidarsi al finanziamento di progetti di realizzazione e/o ampliamento delle infrastrutture di rete (LAN/WAN) tutte le Istituzioni Scolastiche statali secondarie, con priorità riconosciuta alle Istituzioni Scolastiche secondarie di II grado.

Articolo 2
Obiettivi

1.    I progetti presentati dalle Istituzioni Scolastiche dovranno perseguire i seguenti obiettivi:

  • portare la connettività senza fili in aree interne agli edifici scolastici, per offrire servizi innovativi;
  • permettere agli studenti di fruire di risorse digitali nella didattica in classe;
  • favorire la progettualità dei dirigenti scolastici, anche in collaborazione con il territorio (enti locali, sponsor, fornitori di servizi)
  • trasformare aree ed ambienti didattici in aree ed ambienti didattici wireless.

2. Ogni istituzione scolastica potrà presentare, nelle modalità descritte nel successivo articolo 4, un solo progetto tecnico, indicandone il costo e l’area di appartenenza, nonché il numero di edifici scolastici dell’istituzione scolastica.

Articolo 3
Oggetto del finanziamento

1. I progetti finanziabili dovranno ricadere in una delle seguenti tre aree:
A) ampliamento dei punti di accesso alla rete WiFi;
B) ampliamento dei punti di accesso alla rete WiFi, con potenziamento del cablaggio fisico ed aggiunta di nuovi apparati (hub, switch,ecc);
C) realizzazione o adeguamento dell’infrastruttura LAN/WAN di edificio/campus, con potenziamento del cablaggio fisico ed introduzione di nuovi apparati (hub, switch, ponti radio, ecc.).
2. Ad ogni area di progetto sarà attribuita una soglia massima di finanziamento. Analogamente all’interno di ogni area sarà fissato un tetto massimo di spesa per ogni progetto finanziabile.

Articolo 4
Modalità di presentazione delle domande

1. Le modalità e i termini di presentazione delle domande, i requisiti necessari per l’assegnazione delle risorse e tutte le ulteriori specifiche relative ai progetti da finanziare saranno disciplinati attraverso un avviso pubblicato a cura della Direzione Generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi.

Articolo 5
Monitoraggio

1. Alla Direzione Generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi è affidato il monitoraggio sull’attuazione dei progetti finanziati secondo modalità che saranno indicate nell’avviso di cui all’articolo 4.

 

pdf Scarica il bando MIUR in pdf!