UE formalizza la partecipazione a EXPO MILANO 2015

presidente-commissione-europea

L’UE formalizza la partecipazione a EXPO MILANO 2015

È stata formalizzata la scorsa settimana, alla presenza del Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso e del Presidente del Consiglio italiano Enrico Letta, la partecipazione dell’Unione Europea a Expo Milano 2015

Lo spazio espositivo dell’UE illustrerà il ruolo fondamentale dell’Unione Europea sulla sicurezza alimentare a livello globale, in linea con il tema dell’Esposizione Universale di Milano, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

 

Il contratto è stato firmato dal Commissario Generale per l’UE, David Wilkinson, dal Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, e dal Commissario Generale del Padiglione Italia, Diana Bracco.

Su una superficie di 1.500 metri quadrati adiacente all’area dedicata alle Regioni italiane, il padiglione europeo mostrerà come le politiche comunitarie siano già attive e impegnate in questa sfida mondiale. L’impegno a “nutrire il pianeta” implica molto di più della semplice offerta di cibo: necessita di sistemi di mercato e commerciali ben funzionanti, norme chiare in materia di sicurezza alimentare nel rispetto dell’ambiente globale, dei diritti umani e del mantenimento della pace. 

Poiché l’intenzione di Expo Milano 2015 è di diventare una pietra miliare nel dibattito planetario sul cibo e la sostenibilità, rappresentando una piattaforma per il dibattito politico e le iniziative da intraprendere in questi ambiti di sviluppo, l’argomento della partecipazione dell’UE si inserisce perfettamente in questo filone. Sarà infatti: “Coltivare il futuro dell’Europa insieme per un mondo migliore”. A spiegare la scelta è stato David Wilkinson, Direttore per la Politica scientifica e relazioni con gli stakeholders presso il servizio scientifico interno della Commissione Europea, il JRC (Joint Research Centre): “accogliamo con estremo favore questa opportunità unica di presentare i sistemi e le politiche dell’UE sull’alimentazione, così come le nostre azioni volte al miglioramento della sicurezza alimentare nel mondo. Lo spazio espositivo dell’UE all’Expo racconterà una storia avvincente di eccellenze, ovvero le soluzioni già in atto e le visioni per il futuro”.

Il Joint Research Centre è stato scelto per coordinare la partecipazione dell’Unione Europea a Expo Milano 2015 per la sua forte vocazione scientifica sul tema e per la vicinanza geografica del suo Sito di Ispra a Milano. Con le sue attività di ricerca, il JRC fornisce un supporto scientifico e tecnico indipendente all’intero ciclo di definizione delle politiche dell’Unione rilevanti per Expo Milano 2015: agricoltura, industria, commercio, sviluppo e aiuto umanitario, sicurezza e qualità alimentare, energia, lotta ai cambiamenti climatici, ambiente e innovazione.

Giuseppe Sala, Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015, si è mostrato molto soddisfatto “dell’impegno e dell’entusiasmo che l’UE ha mostrato nell’organizzare la propria presenza all’Esposizione Universale. Per la grande competenza in materia alimentare, sarà un player fondamentale nel dibattito sociale ed economico che Expo Milano 2015 intende sviluppare. Siamo a un momento di svolta per l’Esposizione Universale. Il progetto sta prendendo forma in cantiere e anche fuori, nelle interessanti interpretazioni del tema che Paesi e Organizzazioni Internazionali stanno fornendo”.