Lazio: Bando delle Idee

albero-delle-idee-concorso-lazio

Lazio: Bando delle Idee

Per contrastare la precarietà lavorativa delle donne e dei giovani. Il bando della Regione Lazio si rivolge alle associazioni il cui consiglio direttivo è composto per la maggior parte da giovani sotto i 35 anni di età o da donne. Scadenza: il 7 gennaio 2014

Il bando promuove le idee creative e innovative e lo sviluppo di competenze professionali nel campo della cultura, delle arti, del tempo libero. Esso intende favorire l’integrazione, l’aggregazione e la solidarietà sostenendo in particolare le relazioni intergenerazionali, le pari opportunità e la diffusione della cultura della legalità.

 

Fra gli obiettivi del bando (che alleghiamo all’articolo con la domanda e la scheda progettuale) vi è il contrasto alla precarietà e alle difficoltà che le giovani donne incontrano nel partecipare alla vita sociale ed economica, nonché quello alla violenza di genere.

Per ogni progetto presentato dalle associazioni giovanili o femminili su questi temi, verranno stanziate fino a 20mila euro, che dovranno corrispondere all’80% dei costi sostenuti complessivamente dall’associazione per attuarlo. Grande creatività dunque anche per trovare idee che implichino spese molto ridotte, in considerazione del fatto che organizzare un evento culturale di una giornata ha un costo medio di 5mila euro e che il presente bando prevede progetti di più vasta e lunga portata, dal momento che vuol favorire le istanze dei giovani rispetto alla vita sociale e al mondo del lavoro. Infatti, i contributi devono essere destinati al finanziamento di progetti per:

  • potenziare lo sviluppo di associazioni e di gruppi creati e gestiti per la maggior parte da giovani di età non superiore a 35 anni, favorendo lo spirito di iniziativa nelle attività culturali, nel tempo libero, nella vita associativa; e promuovendo progetti di aggregazione e di solidarietà con altri gruppi di giovani, le cui idee ispiratrici potranno essere utilizzate come buone pratiche e diventare modello trasferibile;
  • promuovere azioni di legalità diffusa, di cittadinanza attiva, di solidarietà sociale, favorendo la relazione e la comunicazione intergenerazionale per il rafforzamento del tessuto sociale;
  • sviluppare il sistema regionale di effettiva partecipazione giovanile ai processi decisionali regionali e locali;
  • incoraggiare la partecipazione attiva dei giovani alle attività sportive;
  • creare reti di partenariato o di relazioni fra i soggetti, istituzionali e non, nelle diverse comunità locali, incoraggiando il coinvolgimento, anche finanziario, di diverse strutture, enti, istituzioni ed associazioni operanti sul territorio.

Per partecipare al bando, le associazioni o consorzi privati senza fini di lucro devono:

  • essere composti da una maggioranza di giovani di età non superiore ai 35 anni;
  • essere costituiti per atto pubblico o scrittura privata registrata;
  • nei loro statuti e/o regolamenti devono essere previste finalità di promozione e sostegno di attività rivolte al mondo giovanile;
  • negli organi direttivi (consiglio direttivo, organo amministrativo, rappresentante legale, presidente, ecc.) la maggioranza deve essere rappresentata da giovani di età non superiore a 35 anni e/o da almeno il 60% di donne.

assessora-lidia-ravera

Abbiamo riportato quanto espresso direttamente dalla Regione Lazio ma informiamo le nostre lettrici e i nostri lettori che, riguardo all’ultimo punto, il rappresentante legale e il presidente di un’associazione coincidono. Inoltre, il consiglio direttivo delle associazioni per legge deve essere composto da minimo tre persone ed esattamente: presidente, segretario e tesoriere. Alcune associazioni nel proprio Statuto possono aggiungere un vicepresidente e altri membri eletti dall’assemblea.

L’iniziativa è stata promossa dall’Assessora Lidia Ravera (Cultura e politiche giovanili della Regione Lazio) e cofinanziata dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei ministri.

 

Allegati

pdf Bando

pdf Domanda di partecipazione

word Scheda descrizione progetto