Maternita e malattia settore marittimo e del volo

Steward-e-hostess-a-bordo

Maternità e malattia settore marittimo e del volo

Dal 1° gennaio 2014 le pratiche di malattia e maternità di questi settori, finora gestite dall’INAIL, passeranno all’INPS

Le imprese del settore dovranno versare i contributi relativi alla malattia comune e alla maternità direttamente all’INPS. Le denunce delle retribuzioni, quelle di malattia e la relativa certificazione medica dovranno essere indirizzate alle sedi INPS territoriali.

 

A stabilirlo è la Legge 99/2013, che sancisce il passaggio di tutte le pratiche relative ai rapporti sia attivi sia passivi (art.1 del D.L. 663/1979 convertito nella L. 33/1980) dall’INAIL all’INPS.

A partire dall’anno che sta per iniziare dunque i contributi relativi alla malattia comune e alla maternità dovranno essere versati all’Inps. Egualmente, le denunce delle retribuzioni e le denunce di malattia (fondamentale e complementare) con la relativa certificazione medica dovranno essere indirizzate alle sedi Inps competenti per territorio.
A tale proposito, l’INPS precisa che, in fase di prima applicazione, la competenza territoriale sarà temporaneamente coincidente con le sedi territoriali Inail del Settore Navigazione ex Ipsema; pertanto le strutture INPS interessate saranno le sedi di Genova, Napoli, Palermo e Trieste.