Al via le iscrizioni online per il prossimo anno scolastico

iscrizioni-scolastiche

Al via le iscrizioni online per il prossimo anno scolastico

Le famiglie potranno registrarsi sul sito dedicato dal MIUR a partire dal 27 gennaio 2014. Le iscrizioni per l’anno scolastico 2014/2015 si potranno effettuare online, esclusivamente da parte dei familiari che si saranno iscritti al sito, dal 3 al 28 febbraio 2014

Si tratta delle scadenze stabilite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per le iscrizioni alle classi prime della scuola primaria e di quella secondaria di primo e secondo grado. Le istituzioni scolastiche sono già state informate con un’apposita circolare.

 

 

Sono escluse dal provvedimento solo le scuole dell’infanzia, per le quali resta in vigore la solita procedura cartacea. Quella telematica è stata inaugurata lo scorso anno, esclusivamente per le prime classi delle scuole statali. Gli istituti scolastici paritari non sono obbligati ad aderire alla procedura telematica e pertanto possono scegliere come far iscrivere i propri allievi.

Si tratta dell’applicazione della L. 135 emanata il 7 agosto 2012, che stabilisce che le iscrizioni al primo anno delle scuole statali di ogni ordine e grado avvengano esclusivamente via internet.

 

La novità di quest’anno consiste nel potersi registrare al servizio prima dell’apertura ufficiale delle iscrizioni online, una procedura, quella di registrazione, che resterà aperta per tutto il periodo delle iscrizioni e di conseguenza per il periodo dal 27 gennaio al 28 febbraio 2014.

Questa possibilità dà modo alle famiglie di cercare con calma una scuola che risponda ai requisiti da esse richiesti, leggendo le informazioni online relative a tutte le scuole. Il sito dedicato è iscrizioni.istruzione.it, ma, per aiutare ulteriormente i genitori, c’è anche il servizio dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) che si può contattare tramite la pagina internet istruzione.it/urp.

 

I genitori, registrandosi in anticipo, possono aver modo di valutare le scuole ma anche di studiare le procedure di registrazione e compilazione della domanda, però gli invii delle domande stesse non potranno essere attivati prima del 3 febbraio e le domande arrivate per prime non saranno prese in considerazione per prime. Allo scopo di aiutarli nell’attuare la procedura, il Ministero ha predisposto una guida, che alleghiamo all’articolo.

 

Facciamo presente che lo scorso anno si sono iscritti con questa procedura oltre 1,5 milioni di alunni. Ciò significa che si sono risparmiati ben 5 milioni di fogli di carta, a beneficio non solo delle casse statali ma soprattutto della natura. 

Segnaliamo altresì che, nonostante la non obbligatorietà, ben mille scuole paritarie hanno aderito alla nuova procedura.

Questo sistema telematico permette anche di monitorare in tempo reale le scelte dei percorsi scolastici.

 

pdf Scarica la guida alle iscrizioni!