Da INAIL oltre 300 milioni di euro per sicurezza nelle imprese

simbolo-contributi-INAIL

Dall’Inail oltre 300 milioni di euro per la sicurezza nelle imprese

Raddoppiati gli incentivi dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) diretti alle aziende che vogliono realizzare interventi di prevenzione. Si tratta del Bando ISI, che porta la copertura dei costi dal 50 al 65% fino a 130 mila euro per impresa

Grazie al nuovo bando ISI le aziende potranno coprire i costi effettuati per realizzare interventi di prevenzione, per adottare modelli organizzativi relativi alla sicurezza, per sostituire o adeguare le attrezzature di lavoro. I finanziamenti sono a fondo perduto.

 

Intenzione dell’Istituto è quella di “aiutare il sistema produttivo italiano a mantenere alta l’attenzione sulla sicurezza anche in questa difficile congiuntura economica” con la somma più alta mai stanziata a questi fini. Si tratta di 307 milioni di euro e, tra l’altro, sono contributi cumulabili (quindi sommabili, “aggiungibili”) con altri interventi e in particolare con quelli di garanzia sul credito. Ciò significa che per il 65% dei costi le imprese potranno utilizzare questi fondi e per il restante potranno usufruire di prestiti senza garanzie e a tasso zero, già previsti in altri interventi di cui abbiamo parlato in precedenti articoli. Lo specifica il presidente stesso dell’INAIL, Massimo De Felice: “il contributo è cumulabile con i benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea”.

Ogni azienda, se prima poteva usufruire (nei vecchi bandi ISI) di massimo 100mila euro, ora potrà avere rimborsati fino a 130mila euro. Una novità rappresentata dall’introduzione di un terzo asse di finanziamento grazie ai fondi trasferiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali: quello per la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature di lavoro, in linea con i requisiti previsti dal Testo unico sulla sicurezza.

Le aziende interessate potranno fare domanda, inserendo direttamente online sul sito dell’Inail i propri progetti, a partire dal 21 gennaio 2014 e fino all’8 aprile 2014. I finanziamenti sono ripartiti in budget regionali che tengono conto del numero dei lavoratori e dell’indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio. Il nostro giornale vi invita a preparare tutto il necessario per la domanda fin da subito, poiché il denaro verrà assegnato fino al suo esaurimento e sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande.

I finanziamenti, a fondo perduto (ovvero senza bisogno di restituzione), saranno in conto capitale e riguarderanno tutte le spese sostenute per i progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ricordiamo che potranno richiederli tutte le imprese, comprese le ditte individuali, iscritte alla Camera di Commercio di pertinenza. Gli importi verranno erogati dopo la verifica la verifica tecnico-amministrativa della avvenuta realizzazione del progetto.

Alleghiamo all’articolo il bando, ricordando che, oltre agli incentivi alle imprese per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, l’Inail offre anche la riduzione del premio assicurativo riconosciuta alle aziende attive da almeno due anni che abbiano realizzato interventi per la prevenzione nell’anno precedente alla richiesta. Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare il contact center dell’Istituto ai numeri 803164 (gratuito da telefono fisso) e 06.164164 (a pagamento da telefono cellulare).

pdf Estratto Bando ISI 2013.pdf