Premi europei per la promozione di impresa

simbolo-premio-europeo

Premi europei per la promozione di impresa

Inaugurata l’edizione 2014 del concorso che premia le iniziative più creative ed efficaci realizzate da enti pubblici e partenariati pubblico-privati dell’Unione Europea a sostegno dell’imprenditoria, in particolare delle PMI

Iniziano le competizioni a livello nazionale in modo che a maggio siano selezionati i vincitori di ogni singolo Paese. Nella seconda fase, i vincitori nazionali si cimenteranno a livello internazionale. Il Gran Premio della giuria si assegnerà a Napoli, nella cerimonia che si terrà ad ottobre 2014.

 

Per il concorso nazionale, appena partito, ogni Paese (tra cui ovviamente l’Italia) sceglierà, entro il mese di maggio, due progetti che candiderà a partecipare alla seconda fase, quella del concorso europeo. La premiazione finale avverrà il 2 e il 3 ottobre, a Napoli, in occasione dell’assemblea 2014 delle Piccole e Medie Imprese. Sono invitati a parteciparvi tutti i classificati delle competizioni nazionali, mentre i vincitori avranno l’opportunità di presentarsi in un contesto europeo.

Sono sei le categorie dei premi, ed esattamente le seguenti:

  • promuovere lo spirito imprenditoriale;
  • investire nelle competenze;
  • migliorare il contesto imprenditoriale;
  • sostenere l’internazionalizzazione delle imprese;
  • sostenere lo sviluppo dei mercati verdi e dell’efficienza delle risorse;
  • imprenditorialità responsabile e inclusiva.

foto-premiati-passate-edizioniI Premi europei per la promozione di impresa sono stati istituiti nel 2006 per dare un riconoscimento all’eccellenza della promozione dell’imprenditorialità e delle piccole imprese a livello nazionale, regionale e locale. Da allora, sono stati più di 2.500 i progetti presentati che, nel loro insieme, hanno sostenuto la creazione di oltre 10.000 nuove imprese. 

Essi servono dunque ad “individuare e riconoscere le azioni e iniziative di successo adottate per promuovere le imprese e lo spirito imprenditoriale, dare visibilità alle migliori politiche e pratiche imprenditoriali e condividerle, sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica sul ruolo degli imprenditori nella società ed infine incoraggiare e ispirare i potenziali imprenditori”.

 

Il Commissario responsabile per l’industria e l’imprenditoria, il vicepresidente Antonio Tajani, ha rilasciato la seguente dichiarazione al riguardo: “a cinque anni dall’attuazione dello Small Business Act dell’UE constatiamo che le PMI hanno fatto molta strada, ma ci rendiamo conto che abbiamo ancora parecchio lavoro da fare. Dare rilievo a questi successi nella promozione dell’imprenditorialità contribuisce ad ispirare gli organismi pubblici e i partenariati pubblico-privati europei ad essere business friendly e maggiormente aperti alla dimensione imprenditoriale. Attendiamo di vedere quali progetti interessanti e innovativi verranno presentati dai candidati all’edizione 2014 dei Premi europei per la promozione di impresa”.