Bando per progetti didattici contro la dispersione

aula-universitaria

Bando per progetti didattici contro la dispersione

Un bando diretto alle scuole che mette a disposizione 15 milioni di euro per attività integrative e pomeridiane. Finalità del bando è quella di riuscire ad evitare gli abbandoni scolastici, le ripetizioni di anno e i debiti formativi

Le scuole interessate potranno presentare la propria candidatura agli Uffici Scolastici Regionali entro il 28 febbraio 2014. Le attività proposte dovranno essere avviate entro l’anno in corso e proseguire per l’anno scolastico 2014-2015.

 

Potranno candidarsi – entro il 28 febbraio – tutti gli istituti comprensivi e le scuole di secondo grado (queste ultime per azioni rivolte alle classi del biennio iniziale).

I progetti didattici potranno essere presentati anche dalle scuole in rete fra loro e dovranno contenere proposte di azioni che prevengano il disagio che causa gli abbandoni scolastici precoci, azioni di rafforzamento delle competenze di base, azioni che servano ad integrare gli alunni di cittadinanza non italiana.

La progettazione può essere partecipata, ovvero realizzata in collaborazione con le famiglie degli alunni e con gli enti o le associazioni territoriali. Si potranno anche predisporre percorsi personalizzati incentrati sui bisogni e sulle potenzialità dei singoli alunni, con particolare attenzione alle necessità degli studenti immigrati (di recente o figli di immigrati).

Ad esaminare i progetti presentati saranno delle apposite commissioni valutatrici che selezioneranno quelli migliori. I criteri per la selezione si baseranno su:

  • l’impatto previsto sugli indicatori del rischio di dispersione scolastica, 
  • il grado di innovazione didattica, 
  • la trasferibilità delle azioni proposte 
  • la solidità delle partnership. 

Particolare attenzione verrà rivolta a quelle azioni che sono già state sperimentate con successo e che vedono il coinvolgimento diretto degli Enti Locali. 

 

I progetti selezionati riceveranno un finanziamento (quello complessivo a disposizione è pari a 15 milioni di euro) per realizzare i percorsi didattici personalizzati o per piccoli gruppi di studenti a rischio abbandono nonché attività integrative rivolte a tutti gli studenti, anche attraverso il prolungamento dell’orario scolastico. 

Gli Uffici Scolastici Regionali predisporranno staff di accompagnamento e monitoraggio dell’andamento dei progetti finanziati.

 

Il Programma di didattica integrativa e innovativa per il contrasto della dispersione scolastica è stato varato a seguito della firma, da parte della ministra Maria Chiara Carrozza, del DM previsto dall’articolo 7 del D.L. “L’istruzione riparte”. Alleghiamo all’articolo il Decreto riportane il bando e gli allegati con l’elenco della documentazione richiesta e il riparto dei finanziamenti.

 

pdf DM dispersione

pdf Allegato A

pdf Allegato B

pdf Allegato C