Bando internazionalizzazione delle imprese lombarde

immagine-bando

Bando per l’internazionalizzazione delle imprese lombarde

Pubblicato il bando di selezione per la partecipazione al progetto “Incoming di Buyer Esteri a Homi – il nuovo grande Macef, 13-16 Settembre 2014”. Scadenza presentazione domande: ore 12,00 del 9 maggio 2014

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, in collaborazione con Fiera Milano Spa, promuovono il progetto che prevede l’incentivazione dei processi di internazionalizzazione delle imprese lombarde, al fine di ampliare il numero delle imprese esportatrici. 

 

Il bando sosterrà le aziende del territorio lombardo avvicinandole ai mercati internazionali attraverso la modalità dell’incoming in Lombardia di buyer esteri, garantendo loro anche un supporto specialistico di guida e accompagnamento. Le imprese beneficiarie avranno diritto, in forma totalmente gratuita, a un pacchetto di servizi comprendente:

  • La partecipazione alla Fiera internazionale HOMI – Il nuovo grande Macef, presso il quartiere fieristico Rho Fieramilano dal 13 al 16 Settembre 2014;
  • L’organizzazione di incontri d’affari con buyer esteri qualificati;
  • Un percorso di preparazione propedeutico alla partecipazione alla fiera, per sfruttare al meglio i contatti con potenziali clienti;
  • L’assistenza specialistica nelle tematiche internazionali (contrattualistica, dogane, fiscalità, ecc.).

Requisiti per la partecipazione sono in primis lo status di imprese manifatturiere, industriali, artigianali con sede legale e/o operativa in Lombardia; avere un numero di addetti compreso tra 4 e 249; possedere un fatturato compreso tra € 500.000 e € 20.000.000; essere la prima partecipazione alla fiera o non aver partecipato alle ultime due edizioni; operare negli ambiti merceologici di HOMI, quali: living, tavola, profumazioni, outdoor, tessile per la casa, accessori, moda, bijoux e gioielleria.

La domanda può essere presentata dalle aziende sul portale bandimpreselombarde.it dalle ore 12,00 del 25 marzo alle ore 12,00 del 9 maggio 2014. È necessario possedere un dispositivo di firma digitale (smart card, business key/token, carta regionale dei servizi e seguire il percorso guidato disponibile.

Daniela Auciello