Asti per i diritti delle donne

parita-sessi

Asti per i diritti delle donne

Il Comune di Asti, per la conclusione del Progetto TINA 4, affronta i delicati temi della violenza sulle donne e della prostituzione mediante uno spettacolo, per le scuole di mattina e per tutti di sera, intervallato da micro-conferenze a tema

Per l’appuntamento di chiusura del progetto, previsto per mercoledì 9 aprile al Teatro Alfieri, si potrà assistere allo spettacolo-conferenza dal titolo “Dalla parte dei diritti”, in parte realizzato dai ragazzi delle scuole. L’ingresso è gratuito.

 

Sul palco si potrà assistere a brevi rappresentazioni teatrali e concerti mentre sullo schermo verranno proiettati video che narrano le storie di donne vittime di sfruttamento e violenze. Storie che fanno riflettere, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi ma soprattutto per comunicare ai ragazzi come si denunciano e si contrastano tali situazioni, allo scopo di provocare un cambiamento culturale nella società. 

Comunicare i percorsi e le soluzioni possibili è l’obiettivo che il Comune di Asti si propone con il format innovativo proposto dal regista e attore Franco Carapelle, dell’Associazione TS – Teatro e Società. “Dalla parte dei diritti” è uno spettacolo in cui si alternano interventi parlati e pièces teatrali, brani musicali e video realizzati dalle scuole. 

spettacolo 

Si tratta di un’occasione da non perdere per parlare di problemi sociali in modo coinvolgente, anche considerando che il progetto TINA 4 è relativo all’inserimento lavorativo proprio di 20 donne vittime di tratta e di violenza. Proprio grazie a questo spettacolo-conferenza si presenteranno i risultati del progetto portato a termine. In particolare, gli appuntamenti sono due: uno la mattina, alle ore 10,00, per le scuole secondarie di secondo grado (previa iscrizione) e uno la sera, alle ore 20,45, con ingresso libero per tutti.

 

locandina-spettacoloÈ l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Asti, Piero Vercelli, a spiegare il significato e la valenza del progetto: “il progetto TINA 4 ha offerto una nuova prospettiva di inserimento socio-lavorativo a 15 donne vittime di tratta e a 5 donne con situazioni di violenza domestica. Un risultato raggiunto grazie alle competenze degli operatori sociali coinvolti, all’impegno di molte imprese – dal ristoratore alla parrucchiera – che hanno accolto le donne per periodi stage, nonché al coordinamento complesso, per diciotto mesi, da parte degli uffici comunali. Con il teatro-conferenza vogliamo ora rivolgere un messaggio culturale alla cittadinanza: Asti è dalla parte dei diritti nel sostengo alle persone”. 

 

A dare il via allo spettacolo-conferenza il rapper Alp King, che con le sue canzoni rap rivolgerà un messaggio forte e chiaro soprattutto ai più giovani. Franco Carapelle, accompagnato dal musicista Diego Vasserot, condurrà lo spettacolo alternando vivaci interventi teatrali alle testimonianze degli operatori del progetto: la C.R.I. Centro d’ascolto “Orecchio di venere”, l’Associazione PIAM onlus, l’Agenzia formazione professionale “Colline Astigiane”, l’Associazione Granello di Senape, l’Enaip Piemonte, il Consorzio CO.AL.A. e il Comune di ASTI. 

 

Momento centrale dello spettacolo-conferenza, sarà la proiezione dei video (due sul tema della violenza sulle donne e due su tratta e prostituzione) realizzati dagli alunni delle scuole nell’ambito di laboratori con il regista, il quale ha dichiarato: “l’idea del teatro-conferenza è quella di tradurre e ‘alleggerire’, attraverso lo spettacolo, temi che per drammaticità e complessità sono difficili da comunicare. La formula funziona ed è molto efficace e, in questo caso, ‘Dalla parte dei diritti’ è stato realizzato grazie alla ricchezza di stimoli del percorso progettuale e all’impegno dei ragazzi. Il loro sguardo, mai scontato, ci restituisce riflessioni sensibili e non convenzionali e il  risultato è davvero interessante e coinvolgente”.

Per info e prenotazioni (l’ingresso è gratuito): Segreteria Assessore alle Politiche Sociali:  m.demuru@comune.asti.it; p.odorizio@comune.asti.it – tel. 0141.399410-520.