Codemotion, ovvero lavorare nell’Information Technology

codemotion

Codemotion, ovvero lavorare nell’Information Technology

Concrete opportunità di lavoro con aziende che cercano varie figure professionali nel campo della tecnologia: in particolare donne e giovani ma anche persone con anni di esperienza. E ancora: tutte le informazioni per avviare una start-up e le ultime novità del settore

Questo e tanto altro ancora è Codemotion, l’evento internazionale tenutosi a Roma dal 9 al 12 aprile 2014 per la sua quarta edizione romana, dopo il successo di quelle di Berlino e di Madrid. Le parole chiave? Innovazione e Creatività.

Conferenze, workshop, laboratori, contest e tante possibilità concrete di trovare lavoro presentando i propri curricula e parlando direttamente con le aziende presenti. Nella sede della facoltà di ingegneria dell’Università RomaTre, un week end all’insegna della tecnologia sotto tutti i punti di vista: dall’imprenditoria alla formazione al lavoro.

La conferenza internazionale dedicata alla tecnologia, aperta a tutti i linguaggi di programmazione, vede le aziende del settore in prima linea, con i loro desk informativi dove si può anche consegnare il proprio curriculum. Codemotion si articola in 16 aree tematiche tra le quali: Mobile, Web, BigData, Cloud, User Experience. Non mancano Angular JS e Dart, i nuovi framework che hanno già conquistato la scena del codice e i nuovi linguaggi, sia funzionali che object oriented. 

Codemotion è organizzato in due giorni di workshop e due di conferenze per un totale di circa 100 talk, anche in inglese. Tra i partner della manifestazione troviamo Google, Microsoft, Amazon, Oracle, Intel, IBM, Paypal, Telecom. Tutti presenti con un proprio desk informativo e con propri speaker alle conferenze. E a proposito di speaker, abbiamo avuto occasione di incontrarne alcuni, come lo spagnolo Francisco Fernàndez Castañez, esperto di BiiCode, e Pietro Polsinelli, sviluppatore che il giorno 12 ha tenuto un’interessante laboratorio sull’uso della narrativa nello sviluppo di programmi (tra le sue attività di gamedesigner vi segnaliamo il progetto Genio – Playing the Renaissance, che si finanzia tramite crowdsourcing) che abbiamo intervistato il giorno prima.

A chiarire l’importanza di un evento di tale calibro riguardante l’ICT (Information and Communication Technology) sono i numeri: in Italia questo settore rappresenta il 3,1% del PIL (dati Assintel)  e la crescita del mercato mobile è stata del 160% nel 2013. Si tratta di uno dei pochissimi settori – se non l’unico – che non ha risentito affatto della crisi. Anzi: attualmente ci sono in Europa oltre 400mila posti vacanti, destinati a raddoppiare nel corso del 2015.

Si tratta di un mondo in costante evoluzione, dove l’aggiornamento professionale e la possibilità di confrontarsi con gli ultimi trend tecnologici è fondamentale sia per un’azienda che voglia rimanere all’avanguardia sia per un professionista. A chiarirci meglio il ruolo e il fine di Codemotion sono state Flavia Weisghizzi, responsabile della comunicazione, e Mara Marzocchi, cofondatrice (con Chiara Russo) di Codemotion, che abbiamo intervistato (guarda il video).

Un’attenzione particolare è stata data al mondo delle start-up hi-tech, anche perché Codemotion lavora fianco a fianco di quelle ospitate dall’incubatore Luiss Enlabs. Spiega Mara Marzocchi: “per una startup riuscire a entrare in contatto diretto con finanziatori o sviluppatori non è così semplice. La nostra iniziativa, StartupInAction, un contest rivolto alle startup ad alto tasso tecnologico, permette a questi ragazzi di presentare il loro progetto e le loro tecnologie a un pubblico selezionato e attento”.

{gallery}2014/Codemotion 2014/{/gallery}

Tra le numerose attività che è stato possibile svolgere, segnaliamo anche quella rivolta ai bambini, piccoli programmatori: Codemotion Kids offre accoglienza agli aspiranti developer che vogliono muovere i primi passi nel mondo della programmazione.

E, tra le altre, spiccano anche l’area Maker e Internet of Things, in collaborazione con Maker Faire Rome di grande richiamo per tutti coloro che hanno potuto vedere dal vivo educational toys e stampanti3D (vedi Gallery fotografica).

Opportunità di lavoro

Girando tra conferenze, workshop e desk, abbiamo parlato con alcuni rappresentanti delle imprese presenti alcuni dei quali ci hanno rilasciato delle interviste in video. Giuseppe Silvano, CEO e Co-founder della Zenfeed ad esempio ci ha spiegato di cosa si occupa la sua azienda e quali figure professionali sta cercando: se non avete fatto in tempo a partecipare a questa edizione di Codemotion, sappiate che potete spedire il vostro curriculum anche per e-mail (giuseppe.silvano@zenfeed.me – sito http://zenfeed.me): ci ha confidato che spera di ricevere skill interessanti; la società cerca sviluppatori ma anche esperti in amministrazione per l’area economica.

Anche Chupamobile sta reclutando personale (guarda il video) e in particolare sviluppatori. Si può inviare anche a loro – se non avete fatto in tempo a consegnarlo personalmente – il curriculum all’indirizzo recruiting@chupamobile.com.

La K-tech creating excellence ha posizioni scoperte sia in Italia sia all’estero e cerca in particolare sviluppatori Java (per l’Italia) e esperti di tecnologia Oregon (per l’estero). Quest’azienda si occupa anche di formare i candidati. La loro e-mail è k-tech@k-tech.it.

Anche Capgemini, azienda dove la diversità di genere è valorizzata, cerca personale da assumere dopo averlo adeguatamente formato. Sono i profili tecnici ovviamente quelli a essere richiesti anche se – ci spiegano i rappresentanti dell’azienda – le lauree in ingegneria prese da donne sono ben poche. Questa società di consulenza informatica a 360° si trova a Codemotion per reclutare figure con profili informatici puntando sui giovani ma anche a persone con più anni di esperienza, ovunque risiedano (hanno 13 sedi in tutta Italia); nel loro caso si può riempire il form online sul sito it.capgemini.com.

A ciascuna azienda abbiamo chiesto se hanno preferenze di genere. Tutte ci hanno risposto che ci sarebbero tantissime opportunità per le donne, ma che sono poche quelle che vogliono lavorare in questo campo. 

Proprio alle giovani donne che hanno competenze nel campo della programmazione è stato lanciato da Microsoft, in collaborazione con Codemotion, “Pink Hackathon”, la competizione tecnologica che si terrà il 23 aprile 2014, alla quale si partecipa prenotando attraverso il sito www.lanuvolarosa.it/pinkhackathon.html. La gara consiste nel creare “soluzioni creative e tech alle piccole e grandi sfide della vita quotidiana”. Si tratta di una maratona di sviluppo App diretta alle giovani con meno di 30 anni di età, che si terrà a Roma presso la Biblioteca centrale della Facoltà di Ingegneria della Sapienza.

Infine, vi informiamo che la prossima edizione di Codemotion, la più importante conferenza di settore in Italia e in Spagna, nonché una delle più grandi in Europa, si terrà a Tel Aviv, sbarcando su un altro Continente.

Condividi
Daniela Molina
Direttore di Donna in Affari.it