Contro la contraffazione parte l-iniziativa Io sono originale

contraffazione

Contro la contraffazione parte l’iniziativa “Io sono originale”

Il MISE (Ministero dello Sviluppo economico) e le associazioni di consumatori hanno avviato questa iniziativa per contrastare il fenomeno dei falsi. Sportelli informativi in tutta Italia

Saranno le associazioni di consumatori a mettere in campo una serie di attività di informazione e sensibilizzazione rivolte ai cittadini per contrastare questa pratica illegale che può causare anche seri problemi di salute.

A finanziare l’iniziativa che viene realizzata dalle associazioni è la Direzione Generale per la Lotta alla contraffazione – Ufficio italiano brevetti e marchi del MISE. Si tratta di un progetto di portata nazionale che durerà due anni. Per far capire ai cittadini l’importanza di andare sul sicuro acquistando un prodotto non contraffatto, le associazioni spiegheranno quali sono i problemi per la salute, la legalità e l’economia derivanti da questo fenomeno avviato dalla criminalità organizzata.

In particolare, sono già attivi sei sportelli territoriali e uno virtuale: i cittadini possono scrivere a sportello@iosonoriginale.it ed ottenere informazioni e consulenza in materia di contraffazione e di tutela della proprietà industriale in favore dei consumatori. 

Inoltre, sul territorio si prevedono rapporti sinergici con soggetti pubblici e privati che metteranno a disposizione, in determinati giorni del mese, le loro sedi per promuovere la diffusione della conoscenza in materia, per la rilevazione delle criticità nella gestione, nell’uso e nell’abuso di marchi e brevetti. L’elenco degli sportelli e i relativi indirizzi sono presenti sui siti Internet delle associazioni Adiconsum, Adoc, Adusbef, Asso-Consum, Federconsumatori e Movimento Consumatori.

Sempre nell’ambito del progetto sono previsti anche:

  • una campagna di comunicazione nazionale con l’organizzazione di 20 eventi territoriali;
  • un osservatorio finalizzato alla rilevazione e al monitoraggio di notizie nazionali e internazionali sul fenomeno della contraffazione e alla loro diffusione attraverso la produzione di una newsletter bimensile.
  • 14 vademecum, in lingua italiana e inglese su Abbigliamento e accessori, Abbigliamento sportivo, Alimentari, Agroalimentare, Apparecchiature Informatiche, Arredo-design, Ceramica, Cosmetici, Elettrodomestici e Ricambi Auto e Moto, Gioielleria-Oreficeria, Orologeria, Calzature, Occhialeria, Pelletteria.
  • due indagini sul tema;
  • un sito web (attualmente in costruzione) che veicolerà tutto il materiale di comunicazione attinente al progetto;
  • un concorso a premi volto a premiare coloro che risponderanno nel migliore dei modi a dei giochi/quiz sul tema presenti sul sito;
  • due App (in fase di realizzazione) scaricabili gratuitamente sia su sistemi iOS sia Android, la prima realizzata per il target 10-15 anni, sarà un videogioco che veicolerà tutti i più importanti messaggi dell’iniziativa ed avrà come caratteristica principale la condivisione di informazioni sui social network. La seconda, destinata ad un target 16-40 anni sarà un’interfaccia che illustrerà i pericoli della contraffazione;
  • 14 video che illustreranno i contenuti di ciascuno dei vademecum realizzati dal Ministero e di quelli che saranno realizzati nell’ambito dell’iniziativa.
Condividi
Daniela Molina
Direttore di Donna in Affari.it