VDA: arriva il voucher di conciliazione

famiglia-per-strada

VDA: arriva il voucher di conciliazione

Un aiuto economico per le lavoratrici che devono conciliare i tempi di vita e cura della famiglia con quelli del lavoro. Si tratta di un contributo economico che la Regione Valle d’Aosta offre a chi ha bisogno di un supporto in famiglia.

Le domande per avere il contributo si possono presentare a partire dal 5 maggio 2014. Il Vaucher di conciliazione rappresenta una nuovissima forma di aiuto per le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e hanno necessità di pagare una persona di fiducia che assista i propri familiari, bambini, anziani o malati che siano.

 

L’iniziativa dell’Assessorato regionale della sanità, salute e politiche sociali è stata approvata con una deliberazione della Giunta regionale i primi di aprile 2014, nella quale vengono date le disposizioni applicative per l’erogazione del voucher di conciliazione. Questo contributo viene dato ai cittadini – in particolare alle donne – che devono conciliare i tempi di vita e di lavoro “servendosi dell’aiuto di persone di fiducia che assistano bambini fino al compimento dei 13 anni, disabili o anziani presenti nel nucleo familiare e bisognosi di cura”. 

 

Il progetto, promosso dall’Assessorato in collaborazione con i Centri per l’impiego di Aosta, Verrès e Morgex, è nato allo scopo di offrire un aiuto economico “per favorire l’accesso a servizi di assistenza alla persona ai cittadini con problemi di conciliazione”. Esso viene finanziato con risorse della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari opportunità e permette alle donne che vogliono lavorare ma che finora non lo hanno potuto fare per via degli impegni familiari, di cogliere eventuali opportunità lavorative.

 

Quello del Voucher di conciliazione è un progetto in fase sperimentale che viene applicato a partire dal 5 maggio – data dalla quale si può iniziare a presentare domanda – su tutto il territorio della Valle d’Aosta. Non si tratta di un’alternativa a quanto già esiste in campo di supporto alla conciliazione bensì un’integrazione, nata come risposta ai bisogni delle famiglie riscontrati sul tema.

Il voucher dovrà essere utilizzato per pagare le attività svolte da una figura in sostegno alla famiglia per conciliare i tempi di cura con quelli lavorativi. Per maggiori dettagli ci si potrà rivolgere direttamente alla Direzione politiche sociali (tel. 0165.527136).