Partenariati tra pubblico e privato in aumento nel Lazio

partenariato-pubblico-privato

Partenariati tra pubblico e privato in aumento nel Lazio

Il mercato del partenariato di questi settori nel 2013 è aumentato nonostante la crisi. In particolare, le gare sono aumentate del 4,7% e il volume di affari addirittura del 102,7%…

 

 

 

 

 Questi dati sono stati divulgati a seguito delle ricerche svolge dall’Osservatorio regionale del Partenariato Pubblico Privato che ha mostrato come il volume d’affari generato dal mercato PPP sia stato nel 2013 di 358 milioni di euro, per un totale di gare svolte pari a 156 (il numero più alto dal 2002). Rispetto al 2012, il volume d’affari è passato da 177 milioni di euro a 358 milioni (+102,7%), in controtendenza rispetto all’andamento nazionale che si mostra in frenata (-5% il numero delle gare e -34% i relativi importi).

 

Ma cosa ha trainato in particolare il mercato PPP? In primo luogo le gare bandite dai Comuni del Lazio per il commercio e l’artigianato, le strutture cimiteriali, gli impianti sportivi, l’edilizia scolastica e l’ambiente.

Due maxi gare hanno poi rappresentato il record di importo: quella per l’autostrada Roma-Latina e quella per il servizio gas di Roma Capitale. Il partenariato è una forma contrattuale in cui un soggetto pubblico e uno privato cooperano per realizzare delle opere pubbliche (ovvero di pubblica utilità): con i capitali messi a disposizione dai soggetti pubblici, quelli privati rientrano dell’investimento, guadagnandoci.

Con questi dati, il Lazio si situa al decimo posto in Italia per numero di opportunità e all’ottavo posto per gli investimenti, grazie alle sue 156 gare, contro la media regionale italiana di 149,  che hanno sviluppato un volume d’affari di 358 milioni contro la media regionale italiana di 252 milioni.

 

Le opportunità per le imprese 

Per quanto riguarda le opportunità date alle imprese, le concessioni di servizi sono le prime, con 123 gare, pari al 79% del mercato regionale. Un anno prima, con 96 gare, rappresentavano il 64%.

Dal lato dell’importo invece sono prime le altre gare di PPP che, con 173 milioni, assorbono circa il 48% del valore del mercato regionale del PPP (era il 10% nel 2012). 

Quote inferiori spettano alle concessioni di lavori pubblici (17% per numero e 35% per valore), mentre non sono state indette gare di locazione finanziaria di opere pubbliche, ovvero di leasing immobiliare in costruendo.

Per quanto concerne la distribuzione territoriale delle gare di PPP censite nel 2013, nelle cinque province laziali è quella di Roma a mostrare la più intensa attività, perché è qui che si concentra il 56% delle opportunità per numero e il 43% del volume d’affari in gara. 

Nel territorio di Roma si sono tenute 28 gare per un valore di 26 milioni di euro, mentre nella provincia 59, per 129 milioni di euro. 

In testa alla classifica, per importo, troviamo però la provincia di Rieti con circa 176 milioni, pari a una quota del 49%, di cui oltre 166 relativi alla gara per la selezione del socio privato partner industriale non stabile della S.A.PRO.DI.R. Srl (Servizi ambientali Provincia di Rieti).

Bilancio a doppia velocità per i mercati di Frosinone e Viterbo, mentre Latina è invariata per numero (19) ma in calo per valore. Da segnalare la gara indetta da Infratel Spa per la concessione di un contributo pubblico a un progetto di investimento finalizzato alla realizzazione di una rete a banda larga nella Regione Lazio, che riguarda tutto il territorio regionale. 

Rispetto alla committenza, il mercato del PPP del Lazio nel 2013 è formato principalmente dalla domanda dei Comuni e delle Province. Alle Amministrazioni comunali, con 108 gare per 169 milioni, spetta il 69% del mercato del PPP regionale per numero di opportunità e il 47% per importi. 

Il confronto con la domanda espressa dai Comuni nel 2012, mostra un bilancio a doppia velocità: il numero di opportunità segna un -9% (si passa da 119 gare a 108) ma il volume d’affari registra una crescita del 57% (da 107 milioni a 169 milioni). 

Da segnalare anche l’attività delle Province a cui spettano quote del 4% per numero e del 47% per importo, grazie principalmente alla maxi gara indetta dalla Provincia di Rieti.

Per conoscere quali opportunità di partenariato sono attualmente attive nel territorio del Lazio, basta iscriversi al sistema informativo SIOP Lazio (siop-lazio.it).