Torna il Premio Impatto Zero

premio-impatto-zero

Lanciata il 5 giugno, giornata mondiale dell’ambiente, la IV edizione del Premio per le buone pratiche green. Possono parteciparvi cittadini, associazioni e cooperative

Le iscrizioni all’edizione 2014 del “Premio Impatto Zero”, resteranno aperte fino al 30 settembre. L’iniziativa di ARCI, l’associazione che raggruppa oltre un milione di soci in 5mila circoli di tutta Italia, intende promuovere e valorizzare le buone pratiche sostenibili dei cittadini, delle associazioni e delle cooperative come scelte di stili di vita etici, comportamenti ecologicamente virtuosi atti a ridurre lo sfruttamento delle risorse, le emissioni e i rifiuti, azioni che contribuiscono a diffondere la cultura della sostenibilità, così migliorando anche la qualità della vita della comunità.

Il premio, indetto per la prima volta a Padova nel 2011, oggi ha ormai raggiunto il livello nazionale. Organizzato da Arci con il contributo di AcegasAps-Società del Gruppo Hera, è realizzato in collaborazione con Legambiente Nazionale, Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, Progetto Life+Eco Courts, Legacoop Veneto, Centri Servizi Volontariato di Padova, Verona, Vicenza, Rovigo, Treviso e Belluno, Confcooperative Padova, ed ha il patrocinio di EXPO Milano 2015, Ministero dell’Ambiente e Comune di Padova.

Le categorie in concorso sono quattro:
1) “sharing economy”
Condivisione di beni e servizi nella vita quotidiana
acquisti di prodotti materiali
esperienze aggregative per le risorse energetiche e beni comuni, scambio/baratto
ideazione, creazione e utilizzo di servizi per la mobilità, il lavoro, la finanza, il tempo libero
utilizzo di spazi e beni immobili

2) “tecno-green”
Ideazione e gestione di media e nuove strumenti comunicativi per diffondere la cultura della sostenibilità come blog e siti, App, social network

3) “savethefood”

Last minute market, progetti per il recupero e la ridistribuzione di eccedenze alimentari e di solidarietà sociale

4) “vivo verde”
Pratiche quotidiane e scelte di vita ecocompatibili come autoproduzione, acquisto di alimenti da filiera corta, turismo e mobilità sostenibili, riciclo e riuso, mercato dell’usato

Il concorso suddivide i premi, e quindi le candidature, tra le categorie Veneto e Italia.

I riconoscimenti saranno assegnati da un’apposita commissione composta da esperti e rappresentanti istituzionali e dai promotori del Premio. Verranno selezionati quelli che avranno le seguenti caratteristiche:

  • originalità e creatività
  • minor impatto ambientale
  • efficacia della promozione della sostenibilità
  • esportabilità delle prassi ad altre realtà del territorio
  • miglioramento della vita sociale

Saranno presi in considerazione inoltre gli apprezzamenti ottenuti tramite le votazioni online.

Gli organizzatori informano che “un focus specifico sarà dedicato quest’anno alle pratiche di consumo collaborativo e condiviso che vedono sempre maggiore adesione e diffusione anche in Italia, come il car e bike sharing, il car pooling, lo swapping, i gruppi di acquisto solidale”.

In palio ci sono buoni sconto per l’acquisto di bici elettriche, forniture di prodotti biologici, cena al ristorante, selle eco friendly per bicicletta, e molto altro ancora.

Per candidare il proprio progetto o la propria azione, i cittadini, le cooperative o le associazioni hanno tempo fino al 30 settembre. Basta iscriversi al sito premioimpattozero.it. Per ulteriori informazioni si può contattare la segreteria organizzativa: Associazione Arci Padova, Viale IV Novembre 19, 35123 Padova; Tel: 049.8805533; e-mail: padova@arci.it.