Pronti ad accogliere i turisti per expo 2015

torre-velasca

L’Italia è pronta ad accogliere i turisti grazie a “Welcome to Italy”, il viaggio in 100 tappe italiane promosso da Expo e TCI, e agli accordi con le compagnie aeree

Dalle Dolomiti al Duomo di Orvieto, dalla Costiera Amalfitana al tempio di Cerere a Paestum, dalla Riviera ligure ai grandi musei, tutto è pronto per i vacanzieri che con l’occasione di Expo Milano 2015 potranno approfittare dei sei mesi dell’Esposizione anche per viaggiare per l’Italia e visitarla in lungo e in largo. Il progetto di comunicazione nato dall’intuizione di Touring Club Italiano ed Expo Milano in partnership, è ora in rete e serve per promuovere le bellezze italiane ed attrarre turisti.

Contemporaneamente, Expo ha firmato un accordo con Alitalia ed Etihad Airwais (compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti) nominandole Official Global Airline Carriers di Expo 2015.
In occasione dell’Esposizione universale che – lo ricordiamo – si terrà dal 1° maggio al 31 ottobre 2015, è previsto infatti l’arrivo di 20 milioni di visitatori, di cui 7,6 tramite viaggio aereo. Per questa ragione è stato stipulato l’accordo con le due compagnie aeree le quali si sono impegnate a collegare Milano con 866 destinazioni del mondo mediante 100 voli al giorno e con un solo scalo.

Si arriverà a Milano, si visiterà l’Expo ma si potrà anche approfittare dell’occasione per visitare il resto d’Italia. Ecco il motivo che ha spinto il TCI e gli organizzatori di Expo 2015 a promuovere in rete le ricchezze artistiche, archeologiche, storiche e naturali del nostro Bel Paese. Un gigantesco patrimonio culturale e paesaggistico che verrà pubblicizzato tramite i social media di Expo Milano 2015 e che farà da volano per il Sistema Turismo italiano.
In numeri, “Welcome to Italy” è un “Grand Tour” sulle autostrade virtuali del XXI Secolo della durata di 3 mesi, con oltre 100 tappe, illustrate da altrettante “cartoline” storiche dall’Italia in viaggio che inviteranno la community a suggerire mete e condividere esperienze. In pratica dal 3 luglio al 15 settembre 2014, sette giorni su sette, sui canali ufficiali Facebook e Twitter di Expo Milano 2015 e Touring Club Italiano, città d’arte, località di montagna, mare, laghi dialogheranno con i “fan”, tracciando il profilo di un Paese che dal turismo ha tratto non solo ricchezza economica ma anche “un patrimonio di idee, processi sociali, culturali, sistemi di servizio, vecchie e nuove abitudini e stili di vita”.
Così, a dare il benvenuto a quanti in occasione di Expo Milano 2015 visiteranno il nostro Paese, sono anche le fotografie selezionate dall’Archivio fotografico del TCI. Un giro d’Italia per immagini con un tentativo di sintesi quasi impossibile, per le innumerevoli cose da vedere e per la vastità dell’Archivio che raccoglie a oggi oltre 400.000 stampe in bianco e nero conservate dal Touring nel corso dei suoi 120 anni di vita (opere di grandi artisti e di semplici fotoamatori): paesaggi, città, arte, turismo, trasporti, servizi ricettivi, cultura, tradizioni, lavoro, società, in un repertorio unico in Italia per complessità e copertura temporale, da fine ’800 agli anni Settanta.

Opportunità di lavoro

E attenzione: a conclusione del “Grand Tour”, sempre in collaborazione con Touring Club Italiano, il Team Social Media Expo 2015 organizzerà a Milano un workshop dedicato a giovani creativi con l’obiettivo di trasformare “Welcome to Italy” in un gioco da tavolo da condividere sul web in modalità Creative Commons. Dal 3 luglio è online anche un minisito su piattaforma Tumblr (expo2015welcometoitaly.tumblr.com) implementato dal team Social Media Expo2015: un grande album di oltre 200 immagini che ci accompagnerà fino all’Esposizione Universale del 2015.

Per chi lavora nel campo del Turismo, invece, le opportunità sono rappresentate dagli arrivi previsti. Basta vedere i numeri. Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale WTTC, divulgati attraverso il suo rapporto Travel & Tourism Economic Impact 2014 Italy, nel 2013 il comparto del turismo in Italia nel suo complesso (turismo nazionale e turismo estero) avrebbe contribuito con 159,6 miliardi di euro per il 10,3% alla formazione del PIL del Paese, impiegando all’incirca 2.619.000 persone (occupati diretti e indiretti), con incidenza del 11,6% sull’intera occupazione nazionale. Nella graduatoria 2013 delle destinazioni turistiche mondiali più frequentate, sempre nel 2013 l’Italia si colloca al 5° posto per gli arrivi internazionali e al 6° posto per gli introiti valutari.
Ora, le previsioni di visita (GfK Eurisko) ci parlano di circa 20 milioni di persone che visiteranno Expo Milano 2015; di questi, 12/14 milioni saranno italiani e i restanti 6/8 milioni stranieri.
E i visitatori saranno in prevalenza segmenti con un forte atteggiamento esplorativo, con una articolata rete di relazioni sociali e professionale, con buona mobilità e capacità di spesa.

Il 39 per cento degli italiani che visiteranno l’Esposizione Universale sarà composto da coppie con età compresa tra 25 e 44 anni, con un figlio piccolo e un livello di istruzione medio alta. Dall’estero, invece, arriveranno per il 33 per cento turisti di età compresa tra 25 e 49 anni, soprattutto uomini, sposati con figli, molto concentrati sui temi dell’evento, seguiti da uno zoccolo duro degli Expo-lovers: giovani coppie tra 35 e 49 anni che girano più di un Expo nella loro vita.
Chi lavora in campo turistico quindi potrà approfittare della pubblicità indiretta data da internet attraverso questo progetto e attraverso l’Expo in generale. Ricordiamo però che internet ha un peso determinante oggigiorno nella prenotazione delle vacanze. Ogni anno sono milioni i turisti che usano la Rete per farsi una vacanza su misura. Vediamo qualche numero.

L’AIGO ci dice che ogni anno usano a questo scopo smartphone e tablet i seguenti italiani: 15 milioni di utenti internet usano tecnologia mobile, potenziale di 47 milioni; 15 milioni di persone acquistano online almeno un servizio legato al turismo. Per un giro d’affari pari a 4 miliardi di euro il fatturato totale dell’e-tourism nel 2011 (+13% rispetto al 2010), il 49% delle entrate dalle e-commerce dipende proprio dal turismo.
Per quanto riguarda il ruolo dei social, ecco qualche dato tratto da Vincos e We Are Social:
Facebook e Twitter in Italia
Popolazione Italia: 61.261.254
Utenti internet: 35.800.000
Utenti Facebook: 26.000.000 registrati; 17.000.000 utenti attivi mensilmente
Utenti Twitter: 9.500.000 di cui 3.400.000 utenti attivi

Il supporto aereo

Dei 20 milioni di visitatori previsti per l’Expo 2015, 7,6 milioni saranno quelli che raggiungeranno Milano con l’aereo; di questi, 1,5 milioni arriveranno da mete intercontinentali, 3,3 milioni da destinazioni internazionali e 2,8 milioni dall’Italia. Come afferma Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato di Alitalia, “Expo 2015 sarà un’opportunità irrinunciabile per il nostro Paese ed Alitalia non poteva mancare l’appuntamento”.
La scelta di Alitalia, accanto a Etihad Airwais, quale Official Global Airline Carrier “è la conferma del ruolo di Alitalia quale asset infrastrutturale strategico per lo sviluppo del settore dei viaggi e del turismo nel nostro Paese. I valori e la visione di Expo sono gli stessi di Alitalia: la ricerca dell’eccellenza, lo stile e l’eleganza tipici del Made in Italy che ci impegneremo a mostrare nel mondo insieme alla rinomata cucina, alla moda, al design e all’arte. Siamo lieti di lavorare insieme a Etihad Airways per favorire le connessioni e i viaggi dei visitatori da tutto il globo verso quello che sarà l’evento del 2015” aggiunge Del Torchio.

James Hogan, Presidente e CEO di Etihad Airways ha dichiarato: “l’Italia è un mercato strategico per Etihad Airways e la collaborazione con Alitalia, nella veste di Official Global Airline Carrier di Expo 2015, è una naturale estensione del nostro accordo di codeshare già esistente. Lo stile italiano è già ben presente in Etihad Airways e quello che portiamo a Expo 2015 è una conoscenza di ispirazione italiana e un impegno alla cura dei nostri ospiti. Attraverso la vasta rete di collegamenti internazionali, Etihad Airways svolgerà un ruolo guida nella promozione di Expo 2015 verso un pubblico globale, concentrandosi sui mercati chiave nella regione del Golfo, in Australia e in Asia. Nei prossimi mesi Etihad Airways e Alitalia sveleranno un emblematico Padiglione Expo 2015 e contano di accogliere al suo interno ospiti provenienti da tutto il mondo a partire dal 1° maggio 2015”.

Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A., ha spiegato che “le iniziative che da oggi e per tutto il periodo dell’Esposizione Universale saranno messe in campo hanno un duplice valore: da un lato saranno un importante veicolo di promozione dell’evento, dall’altro renderanno più facili gli spostamenti verso Milano e da Milano, contribuendo così a dare il miglior benvenuto a chi verrà nel nostro Paese per partecipare alla manifestazione che stiamo organizzando”.
Ma ovviamente, come dicevamo, gli spostamenti non saranno solo da e per Milano. Allo scopo di promuovere il turismo in Italia, in aggiunta alla vastissima offerta di collegamenti per raggiungere Milano, nei prossimi mesi Alitalia ed Etihad Airways riveleranno una serie di iniziative commerciali, di pacchetti tutto incluso e di tariffe specifiche dedicate a diverse tipologie di viaggiatori, tra cui i giovani, le famiglie, gli over 65 e chi viaggia per affari.
Per supportare e promuovere le iniziative commerciali congiunte, le due compagnie implementeranno anche un piano integrato di marketing e di comunicazione attraverso tutti i canali a disposizione: dalle livree degli aerei, alle attività di comunicazione a bordo, a terra e verso i membri dei rispettivi programmi di fidelizzazione, fino alle campagne pubblicitarie, sia tradizionali che on-line, e alle iniziative sui social network.

L’immagine di questo articolo (La Torre Velasca vista dalle guglie del Duomo) è di proprietà del Centro Documentazione Touring Club Italiano