Le nuove terre delle amazzoni

Americo Bazzoffia
Americo Bazzoffia

Recenti studi dimostrano che le donne dominano i Social networks

di Americo Bazzoffia
Libero docente universitario e consulente in comunicazione strategica integrata

 

Recenti studi dimostrano come le donne siano entrate e abbiano preso possesso della maggior parte dei social networks frantumando pregiudizi e luoghi comuni.
Infatti, secondo un recente ed interessante studio della “Pew Research”, le donne utilizzano tutti i principali social networks esistenti abitando ed utilizzando stabilmente la maggior parte dei canali sociali molto più degli uomini.

Lo studio della Pew Reasearch realizzato 2014 negli Stati Uniti d’America ha rilevato nel dettaglio che: il 76% delle donne utilizza Facebook, mentre gli uomini sono soltanto il 66%; il 54% delle donne è su Tumblr, dove gli uomini sono solo il 46%; il 20% delle donne è su Instagram, contro il 15% degli uomini; per quanto riguarda Pinterest, il 33% è la percentuale delle donne, contro l’8% degli uomini; esiste una leggera differenza anche per Twitter, che vede il 18% delle donne contro il 17% degli uomini. Mentre su Linkedin e You Tube trovano per ora una piccola rivalsa con una netta prevalenza sulle donne. Già questo dato è estremamente interessante in quanto dimostra che sostanzialmente la maggior parte per non dire tutte le principali piattaforme digitali sociali (ognuna con le sue specificità e peculiarità) sono apprezzate dalle navigatrici web.

donna tra simboli social networkLa ricerca non solo pone l’accento sulla maggiore presenza femminile nei social media, ma conferisce al “gentil sesso” anche il primato nella frequenza dell’utilizzo. In sostanza le donne tendono quindi ad essere più presenti degli uomini ed ad utilizzare le possibilità offerte in nella maggior parte dei social media. In particolare, il 30% delle donne coinvolte nella ricerca ha affermato di utilizzare i social media più volte al giorno, rispetto a solo il 26% degli uomini. Dati che sembrerebbero allinearsi con tendenze riportate da Stefano Fanti in “Social network: le differenze di utilizzo tra uomini e donne” (in Social Media Network del 28.04.2014) in cui si evince che: “In termini generali sono le donne le fruitrici maggiori dei social network: ben il 71% contro il 62% degli uomini. Guardando caso per caso, le sorprese non mancano […] Facebook è più amato dalle donne, con il 62%, Linkedin, al contrario, è più cosa da uomini  (54%). Mentre per Youtube: sono più gli uomini a cercare e guardare video, con un tempo medio di un’ora a settimana (solo 35 minuti per le donne), il discorso è inverso per Twitter e Pinterest: qui domina il genere femminile con un 62% per il primo (circa 40 milioni di donne più degli uomini in un mese) e 70% per il secondo. Ovviamente c’è molta differenza da sito a sito, in termini di tempo speso online: a dominare, neanche a dirlo, è Facebook con 405 minuti al mese di media, seguito da Tumblr e Pinterest con 89, Twitter con 21, Linkedin con 17, Myspace con 8 e Google + con soli 3 minuti”.

Ma le donne primeggiano sugli uomini nell’uso dei social media anche attraverso le più moderne piattaforme di connessione, i cosiddetti “mobile device”. Infatti uno studio Nielsen mostra che ogni giorno le donne spendono circa 10 minuti del loro tempo all’interno dei social networks attraverso i propri dispositivi mobile (smart phone e tablet) o attraverso le applicazioni, mentre gli uomini ci spendono poco meno di 7 minuti.

Le donne quindi, più degli uomini, attraverso smartphone o il tablet, accedono ai contenuti presenti nei social e creano e coltivano relazioni. Non solo, le donne attraverso i social media apprendono la maggior parte delle notizie, in sostanza i social network sono delle nuove protesi con cui entriano in contatto con il mondo che le circonda. Ci conferma tutto ciò un recente studio della American Press Institute, il quale dimostra che il 49% delle donne dichiara di aver ottenuto la maggior parte delle proprie notizie d’attualità attraverso i social media, rispetto al 39% degli uomini. Gli sbocchi più tradizionali ed arcaici, come la televisione e la radio, sono invece risultati i canali preferiti dagli uomini. Non stupisce quindi che le donne risultano avere più degli uomini una propensione a condividere le notizie attraverso le loro reti sociali.

Le donne quindi, per presenza, tempo e padronanza dei “device” e dei linguaggi digitali, dominano i social media divenendo un obiettivo estremamente appetibile anche per le aziende come dimostra questa infografica su donne e social media del Finances Online: “Perché le donne sono il vero potere nei Social Media”.
È quindi impossibile negare che i social networks siano le nuove terre dominate dalle amazzoni.