I “portatori sani” del cambiamento imprenditoriale

ragazza-che-sorride

ragazza-che-sorrideTorna il salone GammaDonna. Il 2 ottobre, ancora una volta, Torino vestirà i panni della “Città Laboratorio” e ospiterà, al Campus Einaudi, un’intensa giornata di lavori con i protagonisti dell’economia creativa del nostro Paese. Ad aprire la giornata i 6 casi imprenditoriali selezionati tra le candidature pervenute da tutta Italia

Si riuniranno a Torino, il 2 ottobre, i protagonisti del cambiamento imprenditoriale italiano. Il Campus universitario Luigi Einaudi ospiterà, infatti, alcuni dei più importanti nomi dell’economia creativa nostrana, tra i quali spiccano Matteo Sarzana (Zooppa), Gianluca Dettori (dPixel), Andrea Di Benedetto (3logic), Alberto D’Ottavi (Fashion Technology Accelerator), Aurelio Balestra (ToolBox), Giancarlo Rocchietti (Club degli Investitori), Angelo Rindone (Produzioni dal Basso), Alice Valenti (Uber) e Claudio Bedino (Starteed).

Con oltre cinquanta “colleghi” porteranno la propria esperienza ai quattro laboratori pomeridiani sui temi caldi della Sharing Economy (la condivisione come fattore di sviluppo economico), della Social Innovation (innovazione sociale e sostenibilità ambientale come motore d’impresa e di creazione di valore), della Digital Economy (le nuove tecniche di fabbricazione e vendita), ma anche sulle forme di finanziamento innovativo, come il crowdfunding e la moneta complementare (investimenti, know-how e network).

Ad aprire il Salone i 6 casi selezionati, tra le candidature pervenute da tutta Italia, come i più rappresentativi “portatori sani di cambiamento” nel panorama imprenditoriale. Sei nuove modalità di fare impresa, in cui l’innovazione si coniuga con la capacità di lavorare in squadra, attivare reti e relazioni di business trasversali, attingere alle nuove frontiere del marketing e della comunicazione. Sempre più tecnologia, in un contesto dove le persone e la creatività tornano ad occupare un ruolo centrale.



De-LAB (Lucia Dal Negro) che realizza progetti di filantropia strategica per imprese nel settore dell’innovazione sociale e del business inclusivo; Cy-Cast (Valeria e Sara Castellino), che affronta il settore dell’ICT da una prospettiva insolita per realizzare e promuovere progetti dedicati al web a 360°; Gnammo (Walter Dabbicco), il più grande portale italiano dedicato al “social eating”; Orange Fiber (Enrica Arena) che sviluppa tessili innovativi per la moda partendo dagli scarti agrumicoli; Social Seed (Giulia Sateriale) che favorisce percorsi di innovazione sociale, offrendo servizi di accelerazione e mentoring; Leeloo (Francesca Romana Gigli), società tutta al femminile che studia prodotti di comunicazione con finalità sociali ed ambientali.

Il Salone Nazionale GammaDonna, nato a Torino nel 2004 e giunto alla 6° edizione, si è affermato negli anni come la più importante manifestazione nazionale su queste tematiche. Per gli alti contenuti e finalità ha ottenuto anche quest’anno, per la 4° edizione consecutiva, una speciale medaglia di riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. La Regione Piemonte, il Comune e la Provincia di Torino lo hanno sostenuto fin dalla sua nascita, insieme ai principali Ministeri. Valentina Communication, Agenzia con oltre 30 anni di esperienza nella comunicazione, ne è l’ideatrice e l’organizzatrice.