Il ruolo di Smau per favorire l’innovazione

smau

smauPromotore di occasioni di incontro dell’intero ecosistema Ict e di iniziative per l’approfondimento di tutte le tematiche legate al digital – incluse le modalità di finanziamento degli investimenti – Smau ha chiuso con successo il ciclo degli Aperi-Network ma già guarda all’appuntamento di Smau Milano con un occhio di riguardo a Expo 2015
di Cristina Mazzani

Facilitare lo sviluppo del digital, promuovere le occasioni di networking per fare ecosistema tra startup, vendor Ict, analisti di mercato e pubblica amministrazione, individuare le necessità delle imprese appartenenti a questo comparto.

Gli Aperi-Network, organizzati da Regione Lombardia in collaborazione con Smau, sono nati con questi fondamentali obiettivi.
“Gli incontri” ha sottolineato Armando de Crinito, direttore vicario attività produttive, ricerca e innovazione di Regione Lombardia “sono stati promossi proprio dalla volontà di Regione Lombardia di creare un momento di ascolto e confronto con le imprese Ict del territorio al fine di poter mettere in atto misure sempre più vicine alle esigenze di queste imprese, come bandi e voucher per l’innovazione, facilitandone così lo sviluppo e la crescita”.

I primi tre Aperi-Network si sono svolti prima dell’estate sui seguenti argomenti: “ICT del futuro: Open Data, Big Data, Smart City e piattaforma E015 Digital Ecosystem” (il risultato del Progetto Strategico Ict per Expo Milano 2015, ndr); “Startup Digital fase 2: opportunità per le imprese del settore ICT” e “Terziario al servizio del commercio e turismo per Expo 2015”. L’ultimo appuntamento si è tenuto settimana scorsa e protagonista della serata è stato il cloud computing.
A ciascuno degli appuntamenti hanno partecipato in media 150 persone che, dopo i saluti introduttivi degli organizzatori, hanno assistito agli speed pitching, i discorsi brevi (90 secondi) in cui le startup, circa una decina per serata, potevano raccontare il proprio progetto. Al termine, invece della tradizionale sessione di domande e risposte, è stato organizzato l’aperitivo per far si che ogni partecipante potesse instaurare un rapporto face to face con i vari interlocutori, portando le sue esigenze e raccogliendo spunti per la propria azienda.

macola“Le imprese del digital” ha dichiarato Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau “sono chiamate a svolgere un ruolo da protagonisti in un contesto di mercato in cui si prospettano nuove opportunità di business derivanti dall’appuntamento con Expo2015, che rappresenterà un volano molto forte per l’intera economia, e dai bandi e dagli strumenti finanziari che le Regioni mettono a disposizione a supporto della crescita e della competitività delle imprese, secondo la nuova programmazione europea 2014-2020. Ed è proprio questo l’obiettivo di questo ciclo di appuntamenti realizzati da Regione Lombardia in collaborazione con Smau che, nella sua nuova veste di piattaforma di networking oggi si presenta come attore di riferimento per favorire l’incontro tra le oltre 85.000 imprese conosciute ogni anno durante il Roadshow, con l’intero ecosistema digitale, imprese ICT, startup, spin-off, centri di ricerca, incubatori e acceleratori d’innovazione, attori che oggi sono in grado di mettere a disposizione tutta l’innovazione, la ricerca e sviluppo e la conoscenza, indispensabili alle imprese per competere sul mercato in una logica di Open Innovation”.

Una formula simile a quella agile ed efficace dell’Aperi-Network è stata esportata anche in Toscana, dove Smau ha partecipato al ciclo di incontri (avviato a luglio in occasione di Smau Firenze e di Toscana Technologica) “La Toscana incontra le Imprese”, realizzato dalla Regione Toscana con l’obiettivo di presentare i nuovi bandi della Regione stessa che mettono a disposizione contributi per investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese.

Smau proseguirà nel proprio impegno di promotore di innovazione, di supporto alle imprese nell’approfondimento di tutte le tematiche legate al digital, incluse le modalità di finanziamento degli investimenti, oltre che nel suo programma di eventi di networking, con l’appuntamento di Smau Milano che si svolgerà dal 22 al 24 ottobre a Fieramilanocity.
“Smau” ha affermato Macola “sarà sempre più un personal shopper che guiderà le imprese di qualsiasi settore e le pubbliche amministrazioni a una scelta mirata di innovazione: favorendo quindi l’incontro con l’intero ecosistema dell’innovazione, pronto a diventare il laboratorio di ricerca e sviluppo esterno all’impresa. Smau sarà inoltre di supporto agli imprenditori a orientarsi tra i numerosi bandi e le agevolazioni finanziarie messe a punto proprio per favorire il processo di rinnovamento delle imprese, anche in vista di Expo2015”.

Più nello specifico: il mondo del commercio e del turismo sarà più che mai al centro dei diversi contenuti dell’evento proprio in vista dell’appuntamento con Expo 2015. Tra le varie iniziative, durante la manifestazione vi saranno allestite un’area matching per favorire l’incontro tra domanda e offerta di tecnologie digitali, un Arena Expo in cui si susseguiranno workshop volti a scoprire i molteplici strumenti a disposizione delle imprese e l’App4Expo Village, realizzato da Regione Lombardia, in collaborazione con Explora, in cui saranno ospitate le startup vincitrici dell’App4Expo Award, la gara di app lanciata nelle scorse settimane per promuovere il territorio ai visitatori dell’Esposizione Universale.

Ampio spazio sarà, come anticipato, dedicato ai bandi e ai finanziamenti alle imprese: nell’ambito di un fitto calendario di workshop, presso gli stand dei fornitori di tecnologie digitali e delle Regioni presenti in fiera si potranno, inoltre, scoprire i voucher destinati all’acquisto di tecnologie digitali a cui possono accedere le imprese clienti e i bandi a sostegno della ricerca e della nuova generazione di imprenditori.