Arriva il documento sulla Green Economy

doc-green-economy

doc-green-economyRealacci: Approvato dalle Commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera il documento finale sulla Green Economy

Nei giorni scorsi il Parlamento, con le Commissioni Ambiente e Attività Produttive della Camera, hanno approvato all’unanimità il documento finale dell’indagine conoscitiva sulla green economy, un testo di grande interesse che contiene indicazioni utili sulle misure e le politiche capaci di contrastare i mutamenti climatici rilanciando al tempo stesso l’economia.

di Noemi Roccatani

 

“Si tratta di un rapporto molto importante, frutto anche di un ampio ciclo di audizioni che hanno interessato il mondo dell’economia, delle istituzioni, della ricerca e della società”. Così il presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, Ermete Realacci “Le Commissioni Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici e Attività Produttive della Camera dei Deputati hanno oggi approvato all’unanimità il documento conclusivo sulla green economy: l’indagine conoscitiva dedicata all’economia verde in Italia. Si tratta di un rapporto molto importante, frutto anche di un ampio ciclo di audizioni che hanno interessato il mondo dell’economia, delle istituzioni, della ricerca e della società. Sono stati acquisiti oltre 50 contributi di soggetti ampiamente rappresentativi della realtà italiana”.

Continua Realacci: “un testo condiviso che individua nella green economy, la chiave per combattere i cambiamenti climatici e per affrontare la crisi, fornendo un quadro dello ‘state dell’arte’ della green economy nel Paese, utile anche per le azioni e le politiche da promuovere a livello nazionale ed internazionale, a partire dall’Europa”. La green economy è, infatti, pretesto per rilanciare la competitività delle imprese che abbraccia i più diversi settori dell’economia nazionale, da quelli più tradizionali a quelli high tech: dall’agroalimentare alla meccanica, dalla manifattura alla chimica, dall’energia ai rifiuti, dal Made in Italy tradizionale all’edilizia.

“Nel nostro Paese, come evidenziato anche dal rapporto GreenItaly di Symbola e Unioncamere, già oggi esiste un’Italia che scommette sull’economia verde, il 22% delle imprese ha investito sull’ ambiente e queste sono le più attive nell’export e nella creazione di nuovi posti di lavoro, producendo il 40% dei nuovi occupati. Un’economia innovativa che punta su ricerca, conoscenza, qualità, che anche a livello europeo rappresenta una straordinaria occasione per rilanciare economia e occupazione. Basti pensare che di qui al 2020 si possono creare in Europa, come indicato dalla stessa Commissione, altri 20 milioni di posti di lavoro verdi”. A breve il documento sarà reso disponibile sul sito della Camera – conclude Realacci – e nelle prossime settimane il documento finale dell’indagine conoscitiva sulla green economy verrà presentato ufficialmente dalle Commissioni Ambiente e Attività Produttive”.

Condividi