Singolare, femminile, rurale

singolare-femminile-rurale

singolare-femminile-ruraleUn’indagine sulla realtà femminile rurale italiana

 

Sottolineare il ruolo delle donne nel comparto produttivo agricolo e nelle aree rurali è l’obiettivo del volume ‘Singolare, femminile, rurale’ realizzato nell’ambito del progetto Inea (Istituto Nazionale di Economia Agraria) ‘Promozione della cultura contadina’ a cura di Maria Carmela Macrì e Manuela Scornaienghi. Pubblicato a stampa con il contributo della Società servizi integrati d’area, Serinar, il volume è stato presentato in occasione della Giornata mondiale della donna rurale.

Una ricorrenza che, come ogni anno, si celebra il 15 ottobre in numerosi Paesi, compresa l’Italia. Un’occasione importante per ricordare le donne, il loro impegno e il loro sapere per lo sviluppo dell’agricoltura rurale e la protezione della biodiversità.

Le donne che lavorano in agricoltura come coltivatrici o piccole imprenditrici hanno sempre più bisogno di supporto alle loro attività. Molte comunità rurali del mondo si basano sul loro lavoro per il sostentamento dei loro membri, dai bambini agli anziani. Tra i temi principali che coinvolgono le donne e l’agricoltura rurale troviamo l’accesso alla terra, l’accesso al credito e la conciliazione dei tempi familiari e degli impegni di lavoro.
Attraverso le testimonianze dirette, il volume presenta esperienze, contesti, percorsi lavorativi e umani di donne impegnate a sostenere la propria idea imprenditoriale in campo agricolo e, più in generale, il loro ruolo nel contesto rurale. 

Grazie a diciotto storie personali e imprenditoriali, il volume esplora la capacità adattiva delle donne, il loro costante impegno nel perseguire obiettivi, affrontare ostacoli e superarli.
Spesso le donne si sono ritrovate ai margini delle nuove opportunità di sviluppo offerte dall’agricoltura, a cui si chiede, sempre con maggior insistenza, di svolgere non solo la tradizionale funzione nell’ambito della produzione e qualità alimentare, ma anche quelle nuove nella tutela e valorizzazione delle risorse ambientali, nel garantire continuità culturale e identità sociale, fornendo opportunità di svago e ricreative, terapeutiche o riabilitative.
Aprendo una finestra sui cambiamenti del mondo femminile – agricolo e non solo – sulle sue specifiche problematiche e strategie risolutive, si è voluto contribuire a promuovere la partecipazione attiva delle donne al settore primario e ridurre il gap di genere esistente.

Un incontro di sensibilizzazione importante, al quale hanno partecipato alcune delle imprenditrici intervistate nel volume, nonché le rappresentanti delle organizzazioni professionali di Coldiretti, Confagricoltura donna e Donne in campo CIA-Lazio.  Numerosi gli spunti di riflessione offerti sulla capacità di iniziativa, sulla creatività, ma anche sulle difficoltà incontrate nell’avviare e sviluppare aziende in un settore, quello agricolo, che sempre più spesso vede le donne protagoniste e interpreti innovative.

Scarica gratis il libro

pdf Singolare,femminile,rurale

(N.R.)

Condividi