Una nuova App per la gestione del lavoro domestico di assistenza

badaplus

badaplusSi chiama Badaplus ed è stata inventata da un gruppo di professionisti. È la prima applicazione per tablet e smartphone per chi lavora in questo campo e per le famiglie che hanno bisogno di aiuto

L’idea è venuta a una pedagogista di Padova, Barbara Gamba, e ad un gruppo di professionisti, che hanno realizzato la versione base di Badaplus in modo che fosse di facile uso e gratuita, scaricabile tramite internet da ITune Store o da Google Play. L’App serve alla gestione del lavoro domestico di assistenza e consente alla famiglia, in qualità di datore di lavoro, di “pianificare le attività che la badante svolge a domicilio secondo le esigenze del familiare da assistere, sia anziano che disabile”.

Il funzionamento è semplice: chi svolge questa professione accede quotidianamente ad un planning di attività da effettuare e apporta un check su ciò che è stato fatto, eventualmente integrandolo con note ed osservazioni. La famiglia accede e visualizza quotidianamente e/o settimanalmente il report delle attività svolte “ed eventuali parametri rilevati per ottenere una panoramica dello stato di benessere del proprio familiare”.

La App si rivolge in primis alle famiglie e alle loro collaboratrici ma ne è stata realizzata anche una versione ad hoc è stata realizzata anche per enti pubblici e privati nel settore della cura domiciliare e offre:

  • gestione in remoto: possibilità da parte della famiglia di pianificare e verificare il lavoro della badante anche a distanza
  • sistema multilingue: possibilità di tradurre i contenuti dell’applicazione nella lingua madre della badante
  • tutorial di approfondimento nelle cinque aree di intervento: possibilità di avere approfondimenti tematici, suggerimenti, video e dimostrazioni pratiche relative alle attività delle cinque aree di assistenza integrandosi nei percorsi formativi di qualifica della professione di assistente familiare
  • personalizzazione: possibilità di personalizzare i contenuti ed il format dell’applicazione, su particolari tipologie di utenza (anziani, disabili…)
  • Allert in caso di situazioni critiche: Badaplus rappresenta così un utile strumento per le famiglie che hanno un familiare da assistere in quanto consente in tre semplici mosse di pianificare, monitorare e ottenere un report circa le attività che l’assistente familiare svolge. La possibilità è quella di realizzare un piano il più possibile personalizzato per rispondere ai bisogni della persona a domicilio. 

Inoltre, offre alla caregiver (prestatrice di cure) strumenti e indicazioni che le permettono di svolgere il suo lavoro al meglio coinvolgendola e condividendo con la famiglia – o eventualmente con un operatore qualora l’applicazione venga adottata da un ente – un piano di lavoro congruo alle sue competenze. Si tratta però di uno strumento di comunicazione e integrazione e non di controllo; infatti, l’applicazione cerca di mettere in comunicazione la famiglia e l’assistente familiare affinché vengano evitati conflitti e l’assistente possa essere sostenuta e tutelata nella molteplicità di richieste che spesso non sono di sua competenza.

Secondo gli ideatori del progetto, Badaplus vuole aiutare le famiglie a trovare risposte rapide ed efficienti, sostenere e assistere la badante che lavora a domicilio individualmente e garantire la possibilità di monitorare, ricevere dati e richieste attraverso un unico sistema; il tutto mettendo al centro i bisogni della persona, il domicilio come possibilità di luogo di cura privilegiato e il coinvolgimento attivo di famiglia, badante, ente, territorio. (D.M.)