Abruzzo lavoro: stanziati 1,6 milioni per occupazione svantaggiati

abruzzo

abruzzoIn merito al progetto “Abruzzo Inclusivo”, la Regione, tramite l’assessore delle politiche sociali Marinella Sclocco, ha finanziato 1,6 milioni di auro da destinarsi a soggetti svantaggiati abruzzesi. Tra questi, anche le donne vittima di violenza e gli over 45 

di Anna Chianese

Il progetto va articolandosi seguendo due linee direttive:

  • Contrasto alla povertà e alla esclusione sociale tramite lo stanziamento di 500 mila euro, finalizzati alla individuazione e sviluppo di progetti di inclusione socio-lavorativa.
  • Forme di inclusioni attive, tramite il finanziamento di 1,1 milioni di euro, diretti alla definizione di tirocinii extracurriculari e all’erogazione di voucher.

Come dichiarato dallo stesso assessore “questo nuovo avviso pubblico intende promuovere percorsi integrati e personalizzati volti a migliorare le condizioni di occupabilità dei soggetti in carico ai servizi sociali abruzzesi minacciati da potenziali fattori di emarginazione, sperimentando una partnership pubblico-privato fondata sull’integrazione tra politiche sociali, sanitarie, formative e del lavoro”.
Inoltre, sempre in merito all’attuazione del Programma Operativo sul Fondo Sociale Europeo (PO FSE) 2014-2020, che, si ricorda, essere stato stipulato sull’analisi del contesto delle problematiche regionali e sulle opportunità di sviluppo, vedranno sviluppati “un servizio innovativo per l’inclusione sociale multitarget basato su un approccio comunitario”.
I destinatari di tale progetto saranno persone residenti in Abruzzo, sia disoccupati che inoccupati aventi le seguenti situazioni di svantaggio:

  • essere disabili;
  • aver superato i 45 anni di età;
  • donne vittime di violenza; 
  • persone reduci da dipendenze; 
  • ex detenuti;
  • immigrati;
  • persone senza fissa dimora;
  • persone in grave situazione di povertà aventi un certificato ISEE inferiore ai 6mila euro.

Le candidature, presentabili solo attraverso associazioni temporanee di scopo costituite o costituende, dovranno essere inviate alla sede regionale attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno oppure inviate tramite alla mail certificata Programmazione@pec.regione.abruzzo.it, entro e non oltre il 26 gennaio 2015.