Attiva la piattaforma interistituzionale: “EU Women Caucus”

piattaforma-women-caucus

piattaforma-women-caucusIl 2 dicembre la Presidenza italiana dell’UE e lo Women in Parliaments Global Forum hanno lanciato a Bruxelles la piattaforma interistituzionale “European Union Women Caucus”.

 

Recuperare e valorizzare tutto il potenziale inutilizzato e il talento delle donne in ogni sfera lavorativa. La nuova realtà è la prima entità trasversale che mira a tutelare e garantire una corretta rappresentatività e valorizzazione delle donne all’interno di Parlamento europeo, Commissione, Consiglio e rappresentanze degli Stati membri dell’Ue a Bruxelles.
”Quando la nuova Commissione Ue è stata designata e il Parlamento europeo è stato eletto, tra le priorità c’era la corretta rappresentanza di genere. Questa priorità non va abbandonata, ma tenuta in alta considerazione”, hanno sottolineato dallo European Union Women Caucus. Tra i firmatari dell’iniziativa, il rappresentante permanente dell’Italia presso l’Ue, Stefano Sannino, e l’europarlamentare Fi vicepresidente del gruppo Ppe, Lara Comi.

Nell’occasione è stato anche confermato che si deve ancora fare molto per aumentare la leadership femminile e il numero di donne in posizioni di vertice dell’UE. Il 37% dei membri del Parlamento europeo e 9 commissari Ue su 28 sono donne. Dal precedente Europarlamento 2009-2014 il numero delle eurodeputate è aumentato di meno del 2%: a questo ritmo, è stato osservato, ci vorranno 50 anni per raggiungere un pieno equilibrio di genere.

Ogni cinque anni, quando la Commissione Europea dovrà essere rinnovata, e il mandato del Parlamento europeo giungerà al termine, la ricerca della rappresentanza femminile ai vertici sarà una priorità dell’agenda politica. Lo scopo della creazione di UE Women Caucus è quello di rendere questa ricerca permanente, attraverso una solida rete tra le donne leader nelle istituzioni dell’Unione europea.
(N.R.)

Condividi