La Camera di Commercio di Trento per le start-up innovative

start-up-trentino

start-up-trentinoIl 24 novembre l’istituto camerale trentino ha presentato il seminario sulle opportunità e gli strumenti per avviare una start-up innovativa e dato un bilancio della situazione delle start-up del territorio

Il seminario dedicato alle start-up innovative fa parte di un ciclo di incontri promosso dal Ministero dello sviluppo economico e da Unioncamere, ed è organizzato dall’Ente camerale con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento e la collaborazione di Trentino Sviluppo. L’incontro del 24 novembre ha avuto lo scopo di “diffondere ulteriormente l’informazione sulle opportunità e gli strumenti previsti dalla normativa vigente e sui servizi offerti a sostegno di questo particolare tipo di imprese, quale potenziale motore di competitività e rilancio per il tessuto imprenditoriale”.

Vi hanno partecipato Mattia Corbetta, della segreteria tecnica del MISE, che ha parlato delle nuove misure a sostegno delle start-up innovative; Pierluigi Sodini, della segreteria generale di Unioncamere, che ha parlato dell’impegno del sistema camerale per le start-up; Laura Maffei, Innovation & start-up policies manager di Trentino Sviluppo SpA, che ha paralto degli strumenti di finanziamento della Provincia autonoma di Trento per le start-up e Michele Tosi, Operations manager Progetto Manifattura Srl, che ha parlato dei modelli di sviluppo della nuova impresa: Progetto Manifattura e Polo Meccatronica.

In base alle rilevazioni fornite dall’Ufficio studi della Camera di Commercio di Trento, al 30 settembre 2014 le start-up innovative iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese sono 99, dato che colloca la provincia di Trento al quarto posto nella graduatoria nazionale, dopo Milano, Roma e Torino.
L’operatività delle start-up innovative trentine è riconducibile a tre settori principali:

  1. servizi di informazione e comunicazione; 
  2. attività professionali, scientifiche e tecniche; 
  3. manifatturiero.

All’interno di questi ambiti, le attività che impegnano il maggior numero di aziende sono:

  • la produzione di software e di consulenza informatica (26 imprese), 
  • la ricerca scientifica (19 imprese), 
  • la produzione di macchinari e apparecchi (11 imprese), 
  • la fornitura di servizi informatici (10 imprese),
  • la produzione di computer e apparecchiature elettroniche (9 imprese).

In Trentino le start-up innovative coinvolgono 283 soci, di cui 111 di età inferiore ai 35 anni. Alleghiamo il report di approfondimento territoriale che le riguarda. (D.M.)

pdf Scarica il report territoriale sulle start-up!