Assunzioni agevolate per giovani ricercatori

ricercatrica

ricercatricaIl 30 dicembre 2014 la Ministra Giannini ha firmato i bando relativo al “Programma Montalcini”. Stanziati 5 milioni di euro per far tornare in Italia i “cervelli fuggiti” all’estero

Garantire il ricambio generazionale del corpo docente delle università agevolando l’assunzione dei giovani studiosi italiani impegnati all’estero in attività di ricerca o didattica. Questa principale novità del bando relativo al programma per giovani ricercatori intitolato a Rita Levi Montalcini. Firmato alla fine del 2014 da Stefania Giannini (Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), fissa anche quest’anno 24 contratti destinati a giovani ricercatori.

Per agevolare l’assunzione di chi è migrato all’estero, il MIUR “chiederà anticipatamente agli atenei la disponibilità ad assorbire i vincitori del Programma Montalcini nel caso dovessero abilitarsi durante il periodo del contratto di ricerca. I giovani studiosi potranno così essere inquadrati nel ruolo di professori associati. Il Miur garantirà il consolidamento del finanziamento e la relativa quota di punti-organico all’ateneo”.

I partecipanti al bando dovranno inviare le domande per via telematica al sito cervelli.cineca.it indicando la sede dove intendono svolgere il loro progetto di ricerca e dove – di conseguenza – verranno assunti con un contratto triennale da ricercatore di tipo B. A giudicare le proposte esaminando le domande sarà una Commissione composta da 4 esperti qualificati in ambito nazionale e internazionale, alla guida della quale ci sarà il presidente della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università italiane). Il bando è ora alla Corte dei Conti e presto verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Le domande non potranno essere inviate prima della pubblicazione su quest’ultima. Per ulteriori informazioni si può inviare un’e-mail a: cervelli@cineca.it. (D.M.)