Promozione d’impresa: ripartono gli European Enterprise promotion Awards

commissione-europea

Al via la nona edizione dei Premi europei per la promozione d’impresa promossi dalla Commissione europea

di Serena Selvarolo

Il concorso mira a riconoscere l’eccellenza nella promozione dell’imprenditorialità e delle iniziative più creative ed efficaci realizzate da enti pubblici e da partenariati pubblico-privati dell’UE a sostegno delle piccole imprese a livello nazionale, regionale e locale. Si divide in due fasi: prima le competizioni inizieranno a livello nazionale mentre successivamente i vincitori dei singoli Paesi si cimenteranno a livello internazionale. La massima aspirazione dei partecipanti è di essere proclamati vincitori del Gran Premio della giuria nella cerimonia di premiazione, prevista a ottobre 2015.

La giuria europea sceglierà una rosa di candidati. Tutti i nominati dei concorsi nazionali ed europei saranno invitati a partecipare alla cerimonia di premiazione presso l’Assemblea PMI, che fa parte della Settimana europea delle PMI. La cerimonia dà riconoscimento ai vincitori per i loro sforzi e fornisce loro l’opportunità di presentarsi in un contesto paneuropeo.

I criteri di selezione dei candidati sono i seguenti:

  • Originalità e fattibilità
  • Impatto sull’economia locale
  • Miglioramento delle relazioni tra gli attori locali
  • Trasferibilità del progetto ad altre regioni d’Europa

Gli obiettivi dei Premi sono:

  • individuare e riconoscere azioni e iniziative di successo adottate per promuovere l’impresa e l’imprenditorialità
  • dare visibilità alle migliori politiche e prassi imprenditoriali e condividerle
  • sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica sul ruolo degli imprenditori nella società
  • incoraggiare e ispirare potenziali imprenditori.

Sei le categorie del premio:

  1. Promozione dello spirito imprenditoriale – Riconosce iniziative a livello nazionale, regionale e locale volte a promuovere una mentalità imprenditoriale , particolarmente tra i giovani e le donne.
  2. Investimento nelle competenze imprenditoriali – Riconosce iniziative a livello nazionale, regionale o locale volte a migliorare le competenze imprenditoriali e manageriali.
  3. Sviluppo dell’ambiente imprenditoriale – Riconosce politiche innovative a livello nazionale regionale o locale, volte a promuovere la nascita e lo sviluppo delle imprese, a semplificare le procedure legislative e amministrative per le aziende e ad attuare il principio “pensare anzitutto in piccolo”, a favore delle piccole e medie imprese.
  4. Sostegno all’internazionalizzazione delle imprese – Riconosce le politiche e le iniziative a livello nazionale, regionale o locale, atte a stimolare le aziende, e in particolare le piccole e medie imprese, a sfruttare maggiormente le opportunità offerte dai mercati interni ed esterni all’Unione europea.
  5. Sostegno allo sviluppo dei prodotti verdi e dell’efficienza delle risorse – Riconosce le politiche e le iniziative a livello nazionale, regionale o locale atte a supportare l’accesso delle PMI ai mercati verdi e a favorire un miglioramento della loro efficienza delle risorse, attraverso, ad esempio, lo sviluppo di competenze, opportunità di stabilire rapporti d’affari e finanziamenti in materia di ecosostenibilità.
  6. Imprenditorialità responsabile e inclusiva – Riconosce le iniziative nazionali, regionali o locali di autorità o partenariati pubblico-privati che promuovono la responsabilità sociale d’impresa all’interno delle piccole e medie imprese. Questa categoria riconosce altresì gli sforzi volti a promuovere l’imprenditorialità tra i gruppi svantaggiati, come disoccupati, in particolare quelli a lungo termine, migranti regolari, disabili o persone appartenenti a minoranze etniche.

Il Gran Premio della Giuria può essere assegnato, per una qualunque delle categorie descritte, all’iniziativa imprenditoriale cui si riconoscerà il carattere più creativo ed esemplare in Europa.

Il termine ultimo per le iscrizioni alla selezione nazionale è fissato da ciascun Paese. Per l’Italia ci si può rivolgere al Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione e in particolare alla dr.ssa Isabella Giacosa; di seguito i suoi recapiti:
Tel.: 06 4705 2692 – E-mail: isabella.giacosa@mise.gov.it.