8 marzo: le iniziative per la Festa della Donna

festa-della-donna

Una festa e oltre cento anni di lotte che rappresentano il primo, importante passo di una lunga scalata verso il raggiungimento della partecipazione totale delle donne alla politica, alla vita economica, sociale e istituzionale. Come sempre numerose e variegate le iniziative che celebreranno la Festa della Donna nel nostro Paese.

Segnaliamo l’appuntamento di sabato 7 marzo alle 10.00 presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) – Via di Vigna Murata, 605, Roma; una giornata formativa per giornalisti e ricercatori, organizzata da Donna in Affari in collaborazione con Ingv, Comitato Unico di Garanzia-Ingv (Cug).  Nel mondo della ricerca scientifica, in profonda trasformazione al suo interno e nei suoi rapporti con la società, la prospettiva di genere è un aspetto fondamentale. Di questo e della responsabilità professionale del giornalista scientifico e ambientale si parlerà nel convegno ‘Donne e scienza. Come cambia la deontologia dell’informazione’. Per il lungo elenco degli appuntamenti nella Capitale si può consultare il sito della Proloco di Roma.

Dall’Osservatorio astronomico della regione autonoma Valle d’Aosta, nell’ambito del ciclo di appuntamenti ‘Aperitivi sotto il cielo stellato’, l’8 marzo sarà “Una sera con Venere” – un happy-hour scientifico caratterizzato dall’osservazione, sia a occhio nudo sia al telescopio di Venere e degli oggetti più luminosi visibili in cielo nella magica luce del crepuscolo serale; oppure, per le più temerarie, l’iniziativa ‘Una festa della donna tra le nuvole’: sorvolare il cielo di Aosta volando in mongolfiera.

A Torino, oltre alle iniziative di puro svago tra i tanti locali della città, torna in piazza l’appuntamento che lo scorso anno ha ottenuto un gran successo: ‘Just the woman I am‘. curato dalle Università e dal Coni della Regione e Comune, il programma prevede anche una corsa “in rosa” lungo un percorso di 6 chilometri. ‘Lo sguardo delle donne‘ è invece il ciclo di incontri, che si terrà alla biblioteca civica Natalia Ginzburg, su scrittrici e fotografe che si raccontano attraverso le loro foto e i loro romanzi. Da non dimenticare poi la campagna ‘Donne con la a’, del coordinamento torinese ‘Se Non Ora Quando‘ che chiede di utilizzare la desinenza al femminile ogni volta che si parla di una donna: ha ottenuto il sostegno anche del sindaco Piero Fassino. Lunga poi la lista degli spettacoli a teatro e degli eventi nei musei con ingresso gratuito per donne.

Rivolta alla difesa della salute l’iniziativa che a Milano promuove visite senologiche gratuite organizzate dall’associazione A.N.D.O.S. (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno – comitato di Milano): i controlli sono possibili dal 2 al 7 marzo in nove strutture sanitarie meneghine.

Già da martedì 3 marzo, a Verona ha preso il via l’edizione 2015 della manifestazione ‘Ottomarzo. femminile, plurale‘ promossa dall’assessorato alle Pari Opportunità di Verona. Creatività, positività, passione è il tema ispiratore di questa rassegna di teatro, incontri, conferenze, letture e altri eventi in vari luoghi della città, dal 3 al 25 marzo, in occasione della giornata internazionale dei diritti delle donne un programma ricco, più di trenta iniziative, che vedono il coinvolgimento dell’intera città: dai servizi dell’assessorato a numerose altre istituzioni pubbliche, tra cui il carcere di Montorio, l’Università, dalle circoscrizioni alle organizzazioni sindacali, con l’adesione di molte associazioni che operano nel territorio.

A Parma,  nel Palazzo del Governatore, attraverso le immagini dai grandi artisti di ieri e di oggi, la mostra Mater conduce attraverso quel valore ancestrale e antico che da sempre accompagna il destino dell’umanità, ricreando l’emozione del mistero più immenso e profondo della nostra esistenza. Dalle tracce archeologiche delle grandi madri nella cultura mediterranea, attraverso i capolavori di Signorelli, Lippi, Lotto, Pinturicchio, Veronese e Tiepolo, fino alle opere moderne di Hayez, Severini, Giacometti, Fontana la mostra svela la più profonda essenza della maternità.
Nel capoluogo emiliano, la Giornata Internazionale della Donna viene ricordata con oltre 70 iniziative che si svolgono in più di 30 Comuni del territorio.

A Napoli, la Città della Scienza aprirà le porte all’evento ‘Effervescienza‘, promosso, tra gli altri, dal Comune di Napoli: mostre, design, laboratori, creatività, consigli per il benessere, cosmetici home made, incontri con competenti scienziate e tanto altro.

(N.R.)