Festival Internazionale di Giornalismo

logo-festival

Dal 15 al 19 aprile a Perugia torna con la nona edizione quello che viene definito tra i media event più importanti nel panorama europeo

di Serena Selvarolo

Nei 5 giorni, oltre 200 eventi, più di 500 speaker da 34 Paesi diversi, tutto rigorosamente a ingresso libero. Lo slogan di quest’anno recita “#ijf15 everybody learning from everybody else”. Tutti possono imparare da tutti. Come sempre arriveranno da tutto il mondo i volontari del Festival, studenti, aspiranti giornalisti, fotografi provenienti 26 Paesi diversi: Albania, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Croazia, Etiopia, Germania, Guatemala, India, Iraq, Italia, Moldavia, Nuova Zelanda, Olanda, Repubblica Ceca, Russia, Slovacchia, Spagna, SudAfrica, Svezia, Ungheria, USA, Venezuela, Zambia.

Nato nel 2006 a Perugia per iniziativa di Arianna Ciccone e Christopher Potter, con lo scopo di parlare di giornalismo, informazione, libertà di stampa e democrazia, arriva nel 2015 con nuovi strumenti, nuove parole d’ordine e nuovi protagonisti, in un momento storico in cui il giornalismo non è mai stato così necessario ma anche molto in pericolo. Se da un lato tecnologie e nuove piattaforme permettono di essere ovunque, nel momento in cui si racconta e quello in cui si apprende, dall’altro la figura del giornalista continua a rappresentare una minaccia per il potere, una testimonianza da piegare, sia che provenga dalle pagine di una testata che da un tweet di critica nei confronti di chi governa. La libertà di espressione torna ad essere sotto minaccia da parte delle nuove forme di terrorismo, come constatiamo sempre più spesso dai terribili video propagandistici messi a punto dall’ISIS con un sapiente impatto mediatico.

Questa è una delle grandi tematiche che verranno affrontate nel ricco programma di appuntamenti di questa nuova edizione del Festival che porrà anche l’accento sul discusso tema della riservatezza delle comunicazioni e sul monitoraggio delle varie apparecchiature elettroniche e del traffico internet con un ospite d’eccezione come Edward Snowden, la fonte dei documenti riservati dell’intelligence americana che hanno svelato i programmi di sorveglianza digitale della Nsa e di alcuni suoi alleati, che interverrà in un collegamento via internet.

Si parlerà inoltre della situazione dei media in Russia e Ucraina, della libertà di stampa in Messico, dei pregiudizi dei media occidentali sull’Africa, della censura della stampa in Turchia, della copertura mediatica dell’emergenza Ebola, della battaglia per la libera stampa, della situazione dei media in Francia e Spagna, della crisi dei talk show, del panorama mediatico in Cina.

Torna come ogni anno la Scuola di Data Journalism tra le più importanti in Europa: una serie di panel e workshop curati in collaborazione con European Journalism Center e Open Knowledge Foundation. Quest’anno con Law & Order sarà inoltre inaugurata una serie di workshop specifici per approfondire e prepararsi agli aspetti giuridici della professione.
I keynote speech sono stati affidati a: Jeff Jarvis J-School City University of New York, Andrew Mitchell Direttore news e global media partnerships Facebook e Aron Pilhofer Direttore esecutivo digitale del Guardian.
Tra gli incontri segnaliamo: Vittorio Zincone in conversazione con Paolo Mieli, Luca Valtorta in conversazione con i Negramaro, Marco Damilano e Enrico Mentana su La Repubblica dei selfie, Linus e Giuseppe Cruciani su radio fra informazione e intrattenimento, Fulvio Abbate e Pietrangelo Buttafuoco, Khalid Albaih con Francesca Caferri.

Anche la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea sarà presente al Festival per il sesto anno consecutivo con attività dedicate ai temi europei attraverso la conferenza “I volti umani dell’immigrazione” in cui si affronterà il tema della politica europea sull’immigrazione; il dibattito su “Le frontiere della libertà di espressione”; il workshop “Raccontare ai giovani l’Europa di ieri, oggi e domani” e, infine, con lo spettacolo “Viaggio in Europa”.

Il programma completo a questo link.