Digitaly, il progetto di CNA per la digitalizzazione delle imprese italiane

digitaly

Un portale e una serie di eventi che si terrà in tutta Italia, tutti caratterizzati da “business match” tra imprese che offrono e imprese che cercano competenze e strumenti digitali

Digitaly è un progetto realizzato da CNA, la Confederazione dell’Artigianato e delle PMI, che rappresenta in Italia oltre mezzo milione di imprese, in partnership con Amazon, Google, Seat PG e Registro.it. Ogni evento che si realizza nell’ambito del progetto Digitaly rappresenta “un percorso di approfondimento tecnico che mette in relazione fra loro le imprese e favorisce il trasferimento di conoscenze e strumenti per diffondere una cultura digitale”. Gli strumenti digitai che servono alle imprese sono, ad esempio:

  • i sistemi gestionali avanzati; 
  • l’utilizzo di Internet orientato al business; 
  • l’impiego della rete per l’e-commerce;
  • la gestione di clienti e fornitori; 
  • il CRM; 
  • la fatturazione elettronica; 
  • i rapporti con le banche e la PA; 
  • il recruiting; 
  • un efficace sito internet; 
  • strategie digitali sui Social Media.

Come spiega la CNA, gli imprenditori italiani hanno bisogno di questi strumenti per competere, avere maggiore visibilità ed efficienza e aumentare la loro capacità di sviluppo. Di conseguenza la digitalizzazione rappresenta un’importante opportunità per le PMI, soprattutto per quanto concerne la competitività e l’innovazione ma anche la riduzione dei costi e l’internazionalizzazione.
Efficace in entrambi i sensi, ovvero per le imprese che offrono tali servizi e per quelle che li cercano, il progetto Digitaly prevede dunque l’organizzazione, da parte delle strutture CNA dell’intero territorio nazionale, di eventi in cui saranno approfonditi diversi argomenti in ambito digitale. Ne presentiamo alcuni:

  • Web e comunicazione: l’importanza di Internet e principali trend, l’evoluzione della comunicazione su più schermi e l’impatto delle tecnologie mobile, scegliere il proprio nome in rete, nome e dominio della propria attività.
  • Digitalizzazione dell’azienda: software e sistemi gestionali, cloud computing e soluzioni mobile, valore e canali dell’e-commerce, come e perché vendere on line.
  • Digital Marketing: sviluppare una presenza online con il sito web e sui social network, strategie branding e performance, i principali strumenti online quali SEM, display, video, analytics, internazionalizzazione ed export online.
  • Privacy e aspetti legali: la protezione dei marchi in Internet, siti web e normativa, newsletter e aspetti legali, campagne pubblicitarie on line nel rispetto delle regole.

CNA spiega che “ogni evento si compone di due parti: la prima è strettamente tecnico-formativa sui temi ed è condotta dai partner e dalle aziende digitali del territorio; la seconda è un vero e proprio business match tra le imprese tradizionali e le imprese digitali, per avviare un percorso di crescita comune, un possibile scambio di competenze e reali opportunità commerciali”.

Il prossimo evento è previsto per il 14 aprile a Ravenna, in Via dell’Almagià n. 2; quello successivo è previsto nelle Marche, a Pesaro e Ancona, in Via Strada di Mezzo n. 17 (Marotta) il 6 maggio. Poi ci sarà quello di Firenze, previsto per il 23 maggio ancora in via di definizione. In tutto gli eventi programmati saranno 30.

Il direttore provinciale CNA Ancona, Massimiliano Santini, nel presentare l’evento che si terrà nella sua regione dice: “il digitale è una leva di crescita sempre più importante per le aziende del Made in Italy. È sempre più necessario aiutare le eccellenze italiane ad andare online investendo sui giovani come digitalizzatori delle imprese del territorio”.
L’internet economy, a livello mondiale, vale circa 4 mila miliardi di dollari ed è un trend destinato a crescere. Bisogna dunque anche accelerare la crescita della web-economy in Italia e supportare il processo di digitalizzazione delle PMI (circa 4 milioni di cui il 95% micro). “Tale processo” continua Santini “non solo potrebbe permettere di migliorare il posizionamento sui mercati interni, ma spingerebbe certamente al rialzo i livelli di export”. È dimostrato infatti che al crescere del livello di maturità digitale, aumenta anche la propensione all’internazionalizzazione e, in particolare, all’esportazione (+4%).

Per questi motivi è partito dunque Digitaly, il progetto realizzato da CNA, d’intesa con Amazon, Google, Registro.it e Seat Pagine Gialle per avvicinare le piccole e medie imprese italiane al digitale. Nel progetto è compresa anche una piattaforma (digitalyimprese.it) che consente di accostare le PMI al digitale attraverso la condivisione anche online di competenze e risorse di tutti i soggetti coinvolti: CNA che associa oltre 500 mila artigiani e PMI; Google; Amazon con la propria piattaforma Marketplace che abilita a vendere i propri prodotti a milioni di clienti in Italia e nel mondo; Seat Pagine Gialle, la local media agency italiana con la più diffusa rete di presidi territoriali e di consulenti per la comunicazione d’impresa; Registro.it, l’anagrafe dei domini internet italiani gestita dal CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).
Grazie a questo progetto si intende anche accorciare il gap digitale delle piccole, micro e medie imprese rispetto alla concorrenza estera.

(D.M.)