A giugno il via ai fondi in ricerca per oltre 400 milioni

agnese-cecchini

Al via a giugno tre fondi importanti per l’industria con finanziamenti in ricerca innovazione e sviluppo per il settore ICT, automotive elettrico e per l’industria sostenibile 

di Agnese Cecchini, Direttore Editoriale Gruppo Italia Energia

Nel dettaglio, dal Mise sono in arrivo altri 400 milioni per due bandi. I fondi sono disponibili per le imprese che investono in grandi progetti di ricerca e sviluppo. La sottoscrizione di istanza preliminare per entrambi è obbligatoriamente telematica presso il sito Mise.

Il bando “ICT-Agenda digitale”, che prevede 150 milioni di euro, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4 dicembre 2014 e sarà operativo dal 25 giugno. Il suo scopo è sostenere progetti in grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell’economia del Paese, grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili e sviluppando specifiche Tecnologie Abilitanti, con adeguate e concrete ricadute su determinati settori applicativi.
Il bando “Industria sostenibile”, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 283 del 5 dicembre 2014 e le sottoscrizioni apriranno il 30 giugno mette a disposizione 250 milioni di euro. L’attività interessa progetti finalizzati a perseguire un obiettivo di crescita sostenibile, per promuovere un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, più verdi e più competitive, che utilizza le Tecnologie Abilitanti Fondamentali, come definito nel Programma “Orizzonte 2020”.
Le procedure di compilazione guidata saranno rese disponibili nel sito internet del Soggetto gestore per entrambi i bandi a partire dalle ore 10 del 22 giugno 2015, mentre la sottoscrizione telematica per entrambi sarà possibile dalle 10 alle 19 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì dal giorno rispettivo di attivazione della stessa.

Sempre da fine giugno, il 26, fino al 15 ottobre 2015, apre anche un fondo dedicato alla ricerca e innovazione dei veicoli elettrici: il bando europeo “Green vehicles 2015”. L’obiettivo è rendere più attraenti le cosidette e-car, soprattutto in termini di autonomia; quindi: gestione delle batterie e soluzioni per massimizzarne l’efficienza energetica, ma anche realizzazione di nuove infrastrutture per la distribuzione dell’energia e per la ricarica veloce dei mezzi di trasporto, sicurezza dei sistemi e sostenibilità ambientale degli stessi. I progetti selezionati riceveranno contributi da 5 a 10 milioni di euro. Il bando completo è disponibile qui.