Bandi: in Toscana 17 milioni di euro per l’agricoltura bio

olive

L’avviso rientra nel nuovo Piano di Sviluppo Rurale. Le domande di sostegno si fanno direttamente online, sul portale regionale Artea

Le imprenditrici e gli imprenditori agricoli della Toscana potranno beneficiare di 17 milioni di euro di contributi relativi al comparto del biologico. Il bando in questione si riferisce alla misura 11, appunto dedicato all’agricoltura bio, del nuovo Piano di Sviluppo Rurale per gli anni 2014-2020, ancora in fase di approvazione dalla Commissione Europea. I fondi stanziati serviranno a sostenere due sottomisure legate all’agricoltura biologica: la 11.1 dedicata all’introduzione del metodo bio e la 11.2 rivolta al mantenimento di tale metodo di coltivazione e produzione. 

In entrambi i casi, il sostegno prevede il pagamento di un premio annuale per ciascun ettaro di superficie agricola per la quale si richiede ed è stata ammesso il pagamento. Per fare qualche esempio, nel caso della sottomisura 11.1, imprenditori e imprenditrici agricole potrebbero avere accesso a 840 euro ad ettaro per le colitivazioni a vite, 720 per l’olivo, 380 per il castagneto da frutto. Relativamente alla sottomisura 11.2, dedicata al mantenimento dell’agricoltura bio, i contributi oscillano dai 700 euro a ettaro per la vite, fino ai 105 euro ad ettaro di pascolo collegato ad allevamento biologico, passando per i 400 euro a ettaro coltivato con piante officinali o floro-vivaismo.
Tra i criteri di premialità, possono ricevere fino a 6 punti in più le domande che riguardano superfici in zone svantaggiate, ossia montane. Le altre variabili che concedono più punteggio sono nel documento con i dettagli tecnici, che alleghiamo all’articolo.

Come partecipare al bando. Le aziende interessate possono presentare le domande fino al 15 maggio 2015 tramite il Sistema Informativo regionale online Artea (artea.toscana.it/default.asp). Possono partecipare anche quanti, alla data del 17 maggio 2015, concludono l’impegno quinquennale relativo allo stesso bando ma afferente al bando del precedente Piano di Sviluppo Rurale, quello degli anni 2007-2013.

pdf Scarica il Decreto regionale

pdf Scarica il documento con i dettagli tecnici del bando

(A.F.)