Maker Faire Rome: Avviato il concorso per studenti

maker-faire

Fino al 25 maggio singoli studenti, classi, gruppi di studio e scuole di secondo grado possono partecipare alla “call for schools” nell’ambito dell’edizione 2015 della Maker Faire Rome – The European Edition

Asset Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, università e ricerca) e con l’Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione di Roma Capitale ha avviato la “call for schools” nell’ambito dell’edizione 2015 della Maker Faire Rome (http://www.donnainaffari.it/imprenditoria/fiere-mostre-e-meeting/3830-roma-guarda-al-futuro-con-la-maker-faire).

Una giuria selezionerà 30 progetti originali e innovativi tra quelli inviati tramite il sito makerfairerome.eu/it/call-for-schools.

“La partecipazione” spiegano gli organizzatori “è aperta a tutte le scuole di secondo grado e agli ITS (Istituti tecnici superiori) e si rivolge, in particolare, alle istituzioni scolastiche della filiera tecnico-professionale che, per la loro naturale vocazione, organizzano i propri percorsi di istruzione con metodologie didattiche che sanno opportunamente coniugare la conoscenza scientifica e tecnologica con la dimensione della concretezza e del ‘saper fare’ orientando gli studenti a un immediato approccio alla sperimentazione e all’innovazione”.

La “call for schools” è, comunque, aperta a singoli studenti, classi, gruppi di studio o interi istituti.

Saranno giudicati, con particolare attenzione, quei progetti che sapranno mettere in evidenza i processi del digital manufacturing e che avranno una o più delle seguenti caratteristiche:

1)    nuova intelligenza applicata a prodotti o processi tradizionali (con sensori, stampa 3d e nuove tecnologie);

2)    potenziale profittabilità;

3)    sostenibilità;

4)    inclusività;

5)    interattività e coinvolgimento dei visitatori.

 

Di seguito riportiamo il regolamento pubblicato:

 

Regolamento

  • Il termine per l’invio delle proposte è fissato al 25.05.2015. Le proposte si potranno inoltrare esclusivamente online mediante la compilazione dei moduli presenti nell’area riservata agli espositori.
  • Argomenti oggetto della Call for Schools:
    • 3D printing
    • 3D scanning
    • Arduino
    • Art
    • Artisans & New Craft
    • Biology
    • Cultural Heritage
    • Drones
    • Education
    • Energy & Sustainability
    • Fabrication
    • Fashion & Wearables
    • Food & Agriculture
    • Games
    • Hacks
    • Home Automation
    • Internet of Things
    • Kids & Education
    • Music & Sound
    • Open Source
    • Recycling & Upcycling
    • Robotics
    • Science
    • Steam Punk
    • Wellness & Healthcare
  • La Giuria che selezionerà i progetti della Call for Schools è composta, oltre che dai curatori Stefano Micelli e Fabio D’Agnano da:
    Francesco Bombardi – Fablab Reggio Emilia
    Laura Negrini – IED Roma
    Alessandro Ranellucci
    Angelo Bonacasata – Rappresentante MIUR
  • Parametri di Valutazione. Saranno giudicati con particolare attenzione quei progetti che sapranno mettere in evidenza i processi del digital manufacturing e che avranno una o più delle seguenti caratteristiche:
  • 1) nuova intelligenza applicata a prodotti o processi tradizionali (con sensori, stampa 3d e nuove tecnologie);
    2) potenziale profittabilità;
    3) sostenibilità;
    4) inclusività;
    5) interattività e coinvolgimento dei visitatori.
  • I posti disponibili sono limitati e il numero di proposte accettate saranno 30: 25 per le scuole di secondo grado e 5 per I.T.S.
  • Le proposte relative all’esposizione di progetti, se accettate, daranno luogo all’assegnazione di uno stand. È richiesta la presenza a tale stand per l’intera durata dell’apertura al pubblico della Maker Faire Rome 2015 (tre giorni).
  • La partecipazione alla Maker Faire Rome da parte dei progetti accettati avverrà a titolo gratuito. Sarà prevista per singolo progetto accettato la sola copertura delle spese di viaggio e alloggio per un accompagnatore e due studenti. Tale spese saranno sostenute direttamente dall’organizzazione.
  • Non è previsto alcun rimborso per i costi eventualmente sostenuti perla partecipazione alla selezione.
  • In tutti i casi saranno anche considerate le esigenze di spazio, le esigenze tecniche speciali e i rischi connessi alla sicurezza.
  • Le valutazioni della Giuria sono insindacabili. La Giuria si riserva la possibilità di collocare progetti nell’area ritenuta più idonea al tema della proposta, tenendo in considerazione ove possibile eventuali indicazioni o richieste del proponente. La Giuria si riserva di assegnare a ciascun progetto uno spazio adeguato alle necessità.
  • Entro 20 giorni dalla chiusura della Call for Schools sarà comunicata via e-mail l’eventuale accettazione dei progetti. Seguiranno le comunicazioni relative al contratto e alle altre indicazioni logistiche.

Per ulteriori informazioni scrivere all’e-mail: callforschools@makerfairerome.eu

(D.M.)