MYllennium Award 2015

logo-concorso

Un contest rivolto agli under 30 e ai loro progetti nelle sezioni Saggistica, Startup, Giornalismo d’inchiesta, Nuove opportunità di lavoro e Architettura. Si vincono posti di lavoro, premi in denaro e pubblicazioni

Dedicato ai “millennials”, la generazione Y da cui prende il nome, il concorso ha l’obiettivo di valorizzare le eccellenze, in termini di creatività e innovazione, dei giovani nati tra gli anni Ottanta e l’inizio del Duemila. 

L’iniziativa, promossa dal Gruppo Barletta in memoria del suo fondatore, Raffaele Barletta, intende porsi come strumento con cui l’imprenditoria italiana mira ad investire sulla futura classe dirigente con un’azione concreta rivolta a settori diversi.
Infatti il Premio è articolato in cinque sezioni:

  • Saggistica (MY Book), con la premiazione di nove saggi su “Economia”, “Europa” e “Lavoro”; 
  • Startup (MY Startup), con la premiazione di due imprese o progetti di impresa ad alto contenuto tecnologico; 
  • Giornalismo d’Inchiesta (MY Reportage), con la premiazione di tre video inchieste sulle eccellenze italiane; 
  • Nuove opportunità di lavoro (MY Job), con l’assegnazione di otto stage in aziende italiane e internazionali e quattro master presso Bologna Business School; 
  • Architettura (MY City), con la premiazione e la realizzazione di un progetto di arredo urbano nella città di Latina.

Il premio – riporta il Presidente Dott. Paolo Barletta, AD del Gruppo Barletta S.p.A. – non vuole essere solo la “manifestazione di un giorno”, piuttosto un percorso di 12 mesi, che sarà riproposto annualmente, dove i partecipanti, gli aspiranti e i comitati avranno modo di interagire con attività specifiche volte alla crescita personale, al mutual learning e allo scambio culturale.

A valutare i progetti sarà un Comitato Tecnico-Scientifico composto da personalità scelte per l’esperienza e la riconosciuta autorevolezza fra i membri della comunità accademica e scientifica, dell’economia, dell’industria, delle istituzioni e della società civile.

Per la sezione MyBook, la giuria è composta da:

  • Matteo Caroli, direttore del Centro di ricerche internazionali sull’innovazione sociale, LUISS Guido Carli, 
  • Giuseppe Coppola, notaio, 
  • Michel Martone, professore di Diritto del Lavoro Università degli Studi di Teramo, 
  • Lucia Serena Rossi, professore di Diritto dell’Unione Europea Università degli Studi di Bologna, 
  • Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

Per la sezione MyStartup, i giurati sono:

  • Paolo Barberis, consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, 
  • Luca De Biase, direttore Nòva24 Il Sole 24 Ore e presidente Centro Studi ImparaDigitale,
  • Laura Mirabella, managing director uFirst, 
  • Riccardo Pozzoli, CEO The Blonde Salad-Chiara Ferragni.

I giurati della sezione MyReportage sono:

  • Barbara Carfagna, giornalista Tg1, 
  • Federico Garimberti, giornalista Ansa, 
  • Stella Pende, giornalista Mediaset, 
  • Gaia Tortora, giornalista La7.

Per la sezione MyJob la giuria è composta da:

  • Max Bergami, Dean Bologna Business School, 
  • Antonio De Napoli, presidente Associazione ItaliaCamp, 
  • Mauro Loy, Marketing manager Methos, 
  • Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La sezione MyCity vede in giuria:

  • Giuseppe Bonifazi, direttore Ce.R.S.I.Te.S., Sapienza Università di Roma, 
  • Giovanni Di Giorgi, sindaco di Latina, 
  • Giorgio Ialongo, consigliere Comune di Latina, 
  • Lorenzo Le Donne, dirigente Servizio Grandi Opere e Lavori Pubblici Comune di Latina,
  • Carlo Maggini, architetto, docente di Storia, critica e metodologia Quasar Design University, 
  • Salvatore Torreggian, imprenditore.

Accanto al Comitato Tecnico-Scientifico, il Comitato d’Onore, composto da autorevoli personalità istituzionali, accademiche e diplomatiche, da rappresentanti dell’industria e del mondo bancario italiani. Membri del Comitato d’Onore sono Umberto Vattani, presidente Venice International University, Andrea Monorchio, professore di Contabilità di Stato Università degli Studi di Siena, già Ragioniere Generale dello Stato, Paolo Barletta, amministratore delegato Gruppo Barletta S.p.a., Bernabò Bocca, senatore della Repubblica e imprenditore, Alberto Bombassei, presidente Brembo, Ernesto Carbone, parlamentare della Repubblica, Paolo Del Brocco, amministratore delegato Rai Cinema, Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore Sapienza Università di Roma, Francesco Starace, amministratore delegato Enel, Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le candidature potranno pervenire attraverso il sito myllenniumaward.org entro il 15 maggio. Sullo stesso sito sarà pubblicato l’elenco dei finalisti nelle diverse sezioni che parteciperanno alla cerimonia di premiazione nella quale verranno proclamati i vincitori. Tale cerimonia avrà luogo l’8 luglio 2015 a Roma, presso il Chiostro del Bramante.

Alleghiamo all’articolo la presentazione dell’iniziativa con le informazioni schematiche mentre il regolamento per la partecipazione al premio lo troverete qui.
Per ulteriori informazioni, sono disponibili i seguenti contatti: tel. 06.5140003 – e-mail premio@barlettagroup.com.

pdf Scarica la presentazione!

(D.M.)