Cosa si aspettano i visitatori dell’EXPO Milano 2015

prof_rurale

In un videoclip Andrea Rurale, del Dipartimento di Marketing dell’Università Bocconi, rivela il “dietro le quinte” dell’Esposizione universale

Perché alcuni padiglioni hanno più successo di altri? Cosa attira i visitatori di Expo Milano 2015? Quali sono le nuove tendenze nel comportamento dei visitatori? A rispondere a queste domande e svelare i segreti e a volte le polemiche che si nascondono dietro determinate scelte dei visitatori è il prof. Andrea Rurale, del Dipartimento di Marketing della Bocconi di Milano.

“Possibilità di avere una conoscenza diretta dei Paesi in esposizione attraverso una scoperta esperienziale, con un livello di partecipazione personale assimilabile a quello che si vive all’interno di un parco divertimenti: è questo che attira i visitatori di Expo”, dice il professore, che ne video rivela anche il numero esatto dei visitatori che finora hanno acquistato i biglietti dell’Esposizione.

E aggiunge: “emergono nuove tendenze nel comportamento dei visitatori di Expo2015, e certi padiglioni sembrano averne afferrato il senso meglio di altri: non è dunque una coincidenza se le code si concentrano in quei cluster che offrono esperienze sensoriali immediate, ad esempio quelli del Marocco, del Kazakistan, dell’Austria o del Giappone”.

(D.M.)