Incentivi alle imprese per 5 milioni di euro

giunta-regionale-enrico-rossi

 

In Toscana un bando regionale sostiene l’occupazione di donne disoccupate con più di 30 anni, lavoratori licenziati, disoccupati, persone che hanno perduto il lavoro in prossimità della pensione, disabili e svantaggiati, laureati e dottori di ricerca

Si chiama “Avviso occupazione 2015” ed è il paccheto di agevolazioni e sostegno alle imprese toscane che decidono di assumere specifiche categorie di lavoratrici e lavoratori in situazioni di difficoltà. I fondi a disposizione ammontano a 5,3 milioni di euro, 400mila dei quali provenienti da stanziamenti regionali e 4,8 dal Por FSE 2014/2020. Sulla totalità dei fondi, 2,4 milioni sono relativi all’assunzione e alla trasformazione dei contratti di lavoro verso forme stabili, 1,3 all’occupazione di persone disabili, 1 milione per l’assunzione di donne e 100mila euro per azioni di riqualificazione di outplacement dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi collegate a piani di riconversione e ristrutturazione aziendale.

Le categorie di lavoratori e lavoratrici che potranno beneficiare di assunzioni agevolate e tempi determinato o indeterminato, part time o full time sono persone licenziate, disoccupate, che hanno perduto il lavoro in prossimità della pensione, disabili e svantaggiati, donne disoccupate con più di 30 anni, laureati e dottori di ricerca. In sostanza, le aziende che assumeranno queste tipologie di lavoratori e lavoratrici avranno diritto ad un rimborso da parte della Regione.

Vediamo qualche caso concreto di incentivo alle imprese toscane. Un’azienda che assume una donna disoccupata con almeno 30 anni di età riceverà 3mila euro per ogni contratto a tempo indeterminato part time. Il contributo sale a 10mila euro per l’assunzione di una persona disabile a tempo indeterminato full time o 5mila se a tempo indeterminato part time. Per le assunzioni di giovani laureati (fino ai 35 anni e per le sole piccole medie imprese) è previsto un incentivo per i contratti a tempo indeterminato o determinato di 3mila o 2mila euro. Per i dottori di ricerca l’incentivo è rispettivamente 6.500 euro per full time, 3.250 part time nel caso del tempo indeterminato. In caso di contratti a termine, gli incentivi sono 3.250 (full time) e 2.220 (part time).

Possono presentare richiesta di incentivo le aziende o i datori di lavoro che hanno la sede legale o le unità operative destinatarie delle assunzioni in Toscana che, tra le altre variabili, incrementino l’organico dell’impresa rispetto alla media del semestre precedente proprio grazie alla nuova assunzione a tempo indeterminato.
Il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che ha anche la competenza per le politiche per il lavoro, presenta così l’apertura dell’avviso pubblico: “La Toscana, come il resto d’Italia, vive una grave emergenza sociale. Per questo abbiamo fatto la scelta innovativa di favorire l’assunzione, anche a tempo determinato, di quelle centinaia di lavoratrici e lavoratori che hanno perso il lavoro e per i quali stiamo cercando di costruire percorsi di rientro”.

Le domande di agevolazione si possono fare esclusivamente online sul sito sviluppo.toscana.it/bandi fino alle 12 del 31 dicembre 2015.
In allegato, l’avviso pubblicato sul Bollettino Regionale Burt.

pdf Scarica il bando!

(A.F.)