In vetrina: Matteo Tamburella e la MKT121 Srl

matteo-tamburella

Video intervista a Matteo Tamburella, amministratore delegato della MKT121 Srl, concessionaria dell’area archeologica dello Stadio Domiziano, un esempio di come Pubblico e Privato possano lavorare insieme per gestire il nostro patrimonio culturale

In particolare, qui ci troviamo a Roma, sotto Piazza Navona, dove un tempo sorgeva appunto lo Stadio Domiziano, ovvero il primo stadio di atletica costruito in muratura a Roma, nel Campo Marzio, tra l’anno 85 e l’anno 86 d.C., durante il periodo dell’imperatore Domiziano il quale tra l’altro ha portato a termine anche la costruzione del Colosseo e delle Terme Imperiali nonché la ricostruzione del Circo Massimo dopo un incendio. 

Domiziano con questa costruzione intendeva “romanizzare” le olimpiadi greche e difatti qui si svolgevano gare di atletica che potevano essere viste da ben 30.000 spettatori (lo Stadio misurava 275 metri in lunghezza per 106 in larghezza).
I resti dello Stadio sono rimasti “invisibili” per molti secoli – soprattutto per via della continua carenza di fondi da destinare alla cultura da parte del Comune di Roma – finché non si è deciso di coinvolgere l’imprenditoria privata. È nato così un progetto culturale di ampio respiro in cui la gestione dell’area archeologica, in cambio del suo restauro e della sua “rinascita”, è stata affidata alla società MKT121 che adibisce tale spazio a mostre, sia antiche che moderne, a eventi culturali realizzati da associazioni e ad altre attività culturali su richiesta (lo spazio può essere “affittato” – completamente o parzialmente – per concerti di musica classica o di jazz oppure per workshop, conferenze stampa, convegni, sfilate di moda, ecc. ed offre anche un servizio di catering).
Ma lasciamo che a presentare la società sia direttamente l’amministratore delegato, Matteo Tamburella.

http://vimeo.com/143657502

firma-articolo