Non vuoi perdere tutti i tuoi risparmi? L’educazione finanziaria è l’unica protezione

cristina-perciaccante

A cura di Cristina Perciaccante, Potereconomico.com

In un contesto come quello nel quale stiamo vivendo non c’è più spazio per l’ignoranza. Siamo nell’era dell’informazione, e non conoscere (ignorare) non è più possibile.

Il mondo finanziario è cambiato da quando, negli anni ’90, abbiamo assistito alle privatizzazioni delle Banche. Gli Istituti di Credito hanno smesso di essere “proprietà” dello Stato per diventare vere e proprie aziende private. Ciò ha comportato un enorme cambiamento di paradigma: mentre prima il servizio al cliente era il leitmotiv che dirigeva tutti i rapporti tra clienti e bancari, dagli anni ’90 ciò che conta veramente è il “vil denaro”. Essendo oggi le Banche imprese private, diventa fondamentale produrre utili ed è questo che regola ogni loro rapporto, che tu sia un vecchio cliente oppure no.

Con l’avvento della globalizzazione, inoltre, sono diventati disponibili un’infinità di strumenti finanziari provenienti da ogni angolo del pianeta. Quella che è rimasta invariata è la tua conoscenza di base, che già era bassa.
Quindi oggi, per assurdo, ti vengono proposti investimenti per i quali non hai la benché minima conoscenza di base. Conoscenza che ti permetterebbe di non cadere facile preda di disastri finanziari (Banca Etruria insegna). E la cosa divertente è che ti vengono proposti da persone concentrate sui LORO utili, non sui tuoi!

Con queste premesse credi ancora di riuscire a non lasciarci le penne (e i risparmi di una vita) la prossima volta che falliranno migliaia di risparmiatori?
La conoscenza non è più un optional. Certamente richiede tempo, impegno e spesa ma oggi è una necessità anche se si vuole continuare a lasciar investire i propri soldi dalle Banche.
Anzi, soprattutto in questo caso.

Potereconomico.com è una società con sede a Milano che ha fatto dell’educazione finanziaria rivolta alle donne il proprio credo e lotta quotidianamente per sconfiggere l’ignoranza economica che porta inesorabilmente le donne a rovinarsi con le proprie mani. Con Donna in Affari pubblica regolarmente “pillole” di finanza personale per debellare la scarsa cultura finanziaria ancora oggi presente in Italia.