Salute e benessere

You Diva: un evento formativo sul benessere femminile in menopausa

you-donna

 

Realizzato, nell’ambito del progetto You Donna, un corso teorico-pratico dedicato alle donne mature per imparare a migliorare il proprio aspetto fisico grazie a trattamenti di medicina estetica e sul metabolismo

di Serena Selvarolo

Si è svolto il 29 febbraio 2016 a Roma, presso il ristorante “Osteria Flaminio” in Via Flaminia, il nuovo appuntamento con il “bell’essere” organizzato da youdonna.com, dal titolo “Facciamoci belle. Teoria e pratica per un incontro di apprendimento e di divertimento”.

Con questo evento prende il via il progetto You Diva, un percorso di seminari e incontri organizzati da You Donna e sponsorizzati da For Farma, grazie alla sapiente guida della sua AD, dott.ssa Laura Bergo.
Questo percorso di informazione e di formazione è rivolto alle donne che si approssimano all’età matura. Lo scopo è quello di imparare a gestire i fastidi che precedono la menopausa per evitare che diventino sintomi di malattie dopo. Gli obiettivi dunque sono i seguenti:
1. Imparare divertendosi e rilassandosi
2. Acquisire coscienza e conoscenza delle modifiche biologiche dell’organismo della donna in fase pre-post menopausa e durante la menopausa
3. Imparare a gestire il cambiamento con il supporto di un team multidisciplinare e multiprofessionale
4. Sviluppare strategie e definire azioni per migliorare la propria Qualità di Vita nel vivere quotidiano
5. Facilitare l’instaurarsi di rapporti e relazioni per scambi tra pari e con esperti in vari ambiti.

La dott.ssa Michela Perrotta, direttrice del progetto You Donna, il portale di riferimento per le donne in menopausa (articoli e interviste di approfondimento sul progetto sono già disponibili sulle pagine del nostro giornale, come http://www.donnainaffari.it/etica/salute-e-benessere-femminile/4157-menopausa-questa-sconosciuta oppure http://www.donnainaffari.it/etica/salute-e-benessere-femminile/4247-donne-e-salute-dai-40-anni-in-su-intervista-esclusiva-di-donna-in-affari-al-prof-giovan-battista-serra), ha aperto l’evento presentando una per una tutte le ospiti e le invitate alla serata, tra le quali ricordiamo:
• La dott.ssa Gloriana Assalti – farmacista – cosmetologa del servizio SamEst Servizio Ambulatoriale di Medicina Estetica dell’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina, Roma;
• La dott.ssa Alessia Denni, medico di medicina estetica del servizio SamEst Servizio Ambulatoriale di Medicina Estetica dell’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina, Roma;
• La dott.ssa Luisa Rita Barbaro, ginecologa e “medico della donna” di Messina, Regione Sicilia.

Prima di dare l’avvio ai lavori, Michela Perrotta ha ricordato l’opportunità data dall’iscrizione in modalità Premium al club You Donna che consiste nel poter usufruire, tra le altre cose, di molti accordi e convenzioni esistenti al fine di fornire indicazioni e risparmi come la possibilità di fare una visita medica presso il SamEst al 50% di sconto.

L’evento ha preso il via con la sperimentazione sul campo del miglioramento estetico, grazie alle sapienti mani dell’hair stylist Sergio Natale e della visagista Azzurra Natale, della scuola Ars Estetica di Roma, che dal 1990 svolge Corsi di Formazione Riconosciuti dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Roma per Estetiste, Acconciatori, Tatuatori, Onicotecnici.
La partecipante offertasi da modella per un new look “trucco e parrucco” presentava un po’ di couperose nella pelle del viso, così la visagista ha iniziato a spiegare al pubblico e alla modella, che come prima cosa bisognava agire sul viso con un correttore di base verde per riportare all’incarnato naturale della pelle. La modella, inoltre, lamentava occhiaie e borse sotto gli occhi di fattore ereditario.
Dopo il parere della visagista, è intervenuta anche la dott.ssa Assalti dando la sua visione di farmacista e specificando come deve essere messa la crema e inoltre quanto sia importante applicarne di diversi tipi a seconda che si tratti di occhi, viso e collo. Questa è una regola che deve essere sempre osservata anche in giovane età.

La dott.ssa Denni ha spiegato che “per il medico estetico la bellezza viene inserita in un programma, quindi ogni disagio esterno della pelle è legato a doppio filo ad un benessere psicofisico che include tutte le cause esterne e interne del nostro patrimonio biologico. Quando un medico estetico prende in carico la persona, deve proiettarsi verso cosa sarà la persona in un futuro di dieci-quindici anni oltre a conoscere la storia pregressa. La medicina estetica deve informare la paziente che il suo intervento da solo non basta ma deve essere associato a tutto tondo con altre discipline mediche come una dieta corretta e, a più largo spettro, verso uno stile di vita migliore. Ogni azione per il nostro morfotipo androide o ginoide deve passare per attenta analisi del nostro corpo internamente ed esternamente noi stessi”.

Michela Perrotta ha condotto la manifestazione ponendo domande alle esperte presenti. Alla dott.ssa Barbaro ha chiesto in particolare a cosa sia dovuto il cambiamento della menopausa e perché il “grasso” femminile si fermi in determinati punti del corpo. La ginecologa ha risposto che il problema del rallentamento del metabolismo è dovuto alla nostra dipendenza dagli ormoni, quindi man mano che questi “alleati” tendono ad andarsene iniziamo ad avere i disturbi classici, dalle vampate alla cellulite sulle cosce e sull’addome, fino ad arrivare a quelli a medio termine come insonnia, tachicardia e, infine, a quelli di lungo termine come l’osteoporosi, una patologia delle ossa, un problema legato al dimetabolismo osseo, dovuto allo squilibrio tra produzione ed erosione del tessuto osseo. “Ogni sintomo che emerge viene affrontato dalle donne in un modo molto individuale. Se esistono problemi d’insonnia bisogna prendere la melatonina; se abbiamo il grasso addominale e la scomparsa del punto vita bisogna fare movimento e prendere qualcosa che agisca in quelle zone specifiche; quindi sulla base dei disturbi che la donna ha, le si dà una cura e degli accorgimenti di stile di vita adeguati al suo singolo caso. Con la menopausa, la donna da pera si trasforma in mela”.

Una donna non si vuole vedere rifatta, ma sentirsi migliorata e “riposata” sì, e questo può essere raggiunto con un bel rilassamento, da qui la professionalità del medico estetico nel consigliare su cosa sia meglio fare. Molte donne non accettano il cambiamento nel senso che “non si scoprono” né si lasciano scoprire dal proprio medico.

{gallery}2016/C23-M105G{/gallery}

Passando all’altra conditio sine qua non del bell’essere, Perrotta pone un’altra domanda fondamentale alle esperte presenti in sala, ovvero: perché i capelli cambiano e cadono? La risposta è da rintracciare sempre nel cambiamento ormonale che è alla base della menopausa.
Ciò che appare fondamentale è il non farsi abbindolare dalle tentazioni commerciali o dall’abilità dei venditori, come spiega la dott.ssa Assalti: “non vi fate mai cambiare un prodotto cosmetico in farmacia che vi ha consigliato il vostro medico, perché non ci sono ‘equivalenti’ per tali prodotti in quanto le sostanze intenzionali che sono all’interno fanno parte della caratteristica di quella crema e della cliente a cui è stata consigliata, sia in termini di prezzo sia in termini di texture, oltre che di principi attivi per la tipologia di pelle della donna in questione”.

Informazione e fiducia nell’esperto che si sceglie appaiono dunque elementi imprescindibili senza i quali l’avanzamento dell’età anagrafica e i cambiamenti del proprio stato fisico potrebbero diventare dei veri e propri “mostri” contro i quali combattere.

Potrebbe interessarti