Quella cosa chiamata denaro

perciaccante

 

A cura di Cristina Perciaccante, Potereconomico.com

Ne abbiamo a che fare ogni giorno, lo maneggiamo da sempre, lo amiamo e lo odiamo come un dispettoso amante eppure continuiamo a non averne confidenza. Sto parlando del denaro. Sterco del diavolo per alcune, fonte di salvezza per altre.

Fino a non molto tempo fa le donne non avevano nemmeno l’opportunità di procurarselo direttamente. Il mondo del lavoro era prettamente maschile e possederne significava doverlo chiedere a qualcuno, marito o padre che fosse.
I tempi si sono evoluti velocemente e oggi lavoriamo duramente per poterne disporre. Allora perché, poi, lo abbandoniamo al suo futuro senza nemmeno un minimo di pentimento?

Non siamo state abituate a gestirlo, è vero, non ne abbiamo familiarità, anche questo passi, ma che in pieno 2016 non ci si ponga nemmeno il problema di comprendere come il denaro lavori lo trovo inaccettabile.
Lasciamo i nostri risparmi (quando li abbiamo) a marcire in banca senza tener conto che l’inflazione, le spese bancarie e le tasse lo divorano giorno per giorno senza speranza.
Ci convinciamo di non essere abbastanza brave per imparare ad amministrarlo senza tenere conto che abbiamo ampiamente dimostrato di cosa sono capaci le donne, che in pochi anni non solo hanno dato prova di essere più brave dei colleghi maschi all’università, ma hanno affrontato e vinto sfide impensabili nel mondo del lavoro pur continuando a gestire famiglie intere.
Non sarebbe ora di svegliarsi da questo torpore che ci preclude il nostro futuro benessere finanziario?

Potereconomico.com è una società con sede a Milano che ha fatto dell’educazione finanziaria rivolta alle donne il proprio credo e lotta quotidianamente per sconfiggere l’ignoranza economica che porta inesorabilmente le donne a rovinarsi con le proprie mani. Con Donna in Affari pubblica regolarmente “pillole” di finanza personale per debellare la scarsa cultura finanziaria ancora oggi presente in Italia.