Start-up, Unindustria e Lazio Innova insieme per sostenere l’innovazione

accordo

 

Siglata la collaborazione che durerà per tutto il 2017

L’importante accordo tra Unindustria e Lazio Innova è stato firmato lo scorso 5 maggio al fine di creare una partnership per rafforzare le sinergie tra le imprese laziali e le startup innovative. Le firme apposte sono di Fausto Bianchi, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria con delega Start-up e Promozione dell’imprenditoria giovanile, e di Andrea Ciampalini, Direttore Generale di Lazio Innova. I settori coinvolti nell’accordo sono: Aereospazio, Scienze della vita, Internet of Things, Industrie culturali e creative, Agrifood, Green Economy, Smart Manufacturing e Smart Cities.

 

Fausto Bianchi commentando la partenza della collaborazione ha dichiarato che “è frutto di un obiettivo comune per promuovere e rafforzare tutta una serie di iniziative congiunte attraverso il lancio di bandi sui settori di punta che caratterizzano l’economia del nostro territorio”, verrà rafforzato il network tra le start-up laziali ad alto tasso di innovazione e i principali stakeholder e proprio il prossimo 9 e 10 giugno durante la seconda edizione di Unirete, l’iniziativa di Unindustria dedicata al mondo delle imprese, verrà lanciata la prima call”.

Unirete è l’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo. Appartenente a Confindustria, è la più grande associazione imprenditoriale del suo sistema per estensione territoriale e la seconda per numero di soci, ciò rende l’idea del tessuto produttivo del sistema laziale.

 

Nella sua dichiarazione Bianchi fa leva anche su un altro progetto dedicato sempre alle start-up: “From G.r.e.a.t. to Growth”, che mira alla costruzione di un grande hub, per fare avvicinare queste ultime alle aziende associate a Unindustria che siano potenzialmente interessate a sviluppare e/o usufruire dell’innovazione proposta. “Il progetto prevede una prima valutazione sul grado d’innovazione delle startup laziali, che sarà la fase propedeutica alla organizzazione di specifici incontri one to many tra la startup e le aziende potenzialmente interessate”.

 

Infine entro il 20 maggio sarà possibile, sempre per le start-up innovative laziali, inviare la propria candidatura alla terza edizione del Premio Unirsi per l’impresa, che vedrà la fase finale e la premiazione dei vincitori durante l’evento dedicato all’interno di Unirete.

 

Lazio Innova è la società in house della Regione Lazio, partecipata al 19,50% dalla Camera di Commercio di Roma, che opera nella progettazione e gestione di azioni e programmi di aiuto per la crescita economica, l’accesso al credito, lo sviluppo del territorio e il sostegno all’innovazione. Il suo direttore generale, Andrea Ciampalini, commenta così l’iniziativa: “grazie a questo importante accordo puntiamo a organizzare iniziative congiunte per sostenere e rafforzare il dialogo tra il mondo della produzione e quello delle idee e dell’innovazione. Attraverso azioni di Open Innovation vogliamo offrire alle aziende del Lazio la possibilità concreta di sfruttare il potenziale innovativo di startup, spin-off e talenti della ricerca. Per questo nei prossimi mesi Lazio Innova, per conto della Regione, assieme a Unindustria e ItaliaCamp lancerà delle Challenge, ovvero delle competizioni tra le startup e i talenti del territorio per proporre soluzioni innovative a specifiche esigenze di trasformazione digitale e di crescita delle medio/grandi aziende del Lazio. Pensiamo che queste iniziative possano essere anche associate ad importanti eventi di settore in programma quest’anno, come le edizioni 2016 di Meet in Italy e della Maker Faire”.

 

Molte le attività congiunte previste dall’accordo, come i “Meet up”, appuntamenti informali su tematiche specifiche per imprenditori e start-up e anche gli “Open innovation kit”, che punteranno alla realizzazione di modelli di business sostenibili fornendo la formazione necessaria alle aziende e alle start-up stesse. Su tutto il terriorio verranno poi realizzati dei “Matching events” dedicati alla creazione e/o al rafforzamento di piattaforme di marketplace web-based, ovvero soluzioni che consentono alle aziende di selezionare e sfruttare elementi essenziali di sviluppo IT, come acceleratori di soluzione, modelli di processi di business, componenti applicativi progettati per rispondere più velocemente alla rapida digitalizzazione dell’economia globale.

Infine, sono allo studio azioni di partecipazione a network internazionali e ricerche a supporto delle policy. Prevista anche la diffusione di buone prassi di riferimento per tutte le start-up innovative del territorio laziale. 

(S.S.)