Ospedali, al via terza edizione H-open day

L’iniziativa promossa in 140 ospedali dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna mira a prevenire i disturbi della psiche

Al via la terza edizione dell’H-open day. Dal 10 al 16 ottobre oltre 140 ospedali e centri specializzati – in gran parte aderenti al network Bollini Rosa – apriranno le porte per offrire consulti psichiatrici, test di screening, visite ed esami gratuiti. L’iniziativa – promossa da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, e patrocinata dalla Società italiana di psichiatria e dalla Società italiana di neuropsicofarmacologia – si propone di informare, vincere lo stigma e indirizzare alle cure più mirate su alcune patologie psichiche che colpiscono in misura maggiore l’universo femminile: ansia, depressione, problemi di sonno o di alimentazione, disturbo bipolare e altre psicosi.

L’H-open day 2016 sulla salute mentale è un’iniziativa già collaudata da anni – ha spiegato Francesca Merzagora, presidente di Onda –. L’obiettivo è consentire alle donne e ai familiari delle pazienti di poter esprimere il loro disagio in un contesto dedicato”.

Si tratta di un progetto di sensibilizzazione per “accorciare i tempi della diagnosi e avvicinare alle cure dei disturbi psichici femminili più frequenti, come la depressione che costituirà entro il 2030, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la malattia cronica più diffusa. Un’iniziativa accolta favorevolmente dalle donne e dai loro familiari che potranno usufruire di visite psichiatriche, colloqui psicologici, sportelli di ascolto e ricevere materiale informativo”.

“Benché le malattie mentali siano altamente diffuse e invalidanti – ha sottolineato Claudio Mencacci, presidente della Società italiana di psichiatria e direttore del Dipartimento di salute mentale del Fatebenefratelli di Milano – ancora troppo poche sono le persone che ricevono adeguati trattamenti nonostante le molte cure disponibili“.

Stigma e discriminazione giocano un ruolo cruciale nell’allontanare chi soffre dalle cure e questo open day rappresenta “un momento importante nella lotta allo stigma, nella conquista di una maggiore dignità delle persone affette da malattie mentali e un’opportunità di avvicinamento alle cure con maggiori evidenze scientifiche ed esiti positivi”.

Non solo, dal 10 al 14 ottobre gli specialisti di Onda saranno disponibili nella sede milanese dell’Osservatorio per consulenze gratuite grazie al sostegno della Fondazione Cariplo. Potranno usufruire di questa ulteriore opportunità le donne con problemi di ansia, depressione, insonnia e disturbi del comportamento alimentare.